Orazio Rotunno
No Comments

Sorteggio Mondiale Brasile 2014: Italia esordio contro l’Inghilterra, poi Uruguay e Costa Rica

Non va benissimo all'Italia, che finisce con Uruguay e Inghilterra. Costarica una magra consolazione

Sorteggio Mondiale Brasile 2014: Italia esordio contro l’Inghilterra, poi Uruguay e Costa Rica
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sorteggiati tutti gli 8 gironi del Mondiale in Brasile. Non va benissimo all’Italia, che finisce con Uruguay, Costarica e InghilterraDal girone C uscirà l’eventuale avversaria della Nazionale di Prandelli agli ottaviCosta d’Avorio, Colombia, Giappone e Grecia, le possibili rivali. Gironi di ferro per Germania, Brasile e Spagna, mentre l’urna sorride ‘stranamente’ alla Francia e all’Argentina.

LA DIRETTA – Si parte con il sorteggio delle teste di serie: Brasile nell’A, Spagna nel B, Argentina nell’F, Germania nel G. L’europea che andrà con l’altra testa di serie Uruguay è l’Italia. La Nazionale giocherà contro la Celeste il 24 giugno. Dall’urna 3 Fabio Cannavaro estrae la Costa Rica, qualificatasi dalla Concacaf. Infine l’ex pallone d’oro   chiude con Inghilterra, che sarà anche la gara inaugurale degli azzurri a Brasile 2014.

LA COMPOSIZIONE DEGLI OTTO GIRONI DI BRASILE 2014

Girone A Brasile (A1), Camerun (A4), Messico (A3), Croazia (A2)
Girone B Spagna (B1), Cile (B3), Australia (B4), Olanda (B2)
Girone C Colombia (C1), Costa d’Avorio (C3), Giappone (C4), Grecia (C2)
Girone D Uruguay (D1), Italia (D4), Costa Rica (D2), Inghilterra (D3)
Girone E Svizzera (E1), Ecuador (E2), Honduras (E4), Francia (E3)
Girone F Argentina (F1), Nigeria (F4), Iran (F3), Bosnia (F2)
Girone G Germania (G1), Ghana (G3), Stati Uniti (G4), Portogallo (G2)
Girone H Belgio (H1), Algeria (H2), Corea del Sud (H4), Russia (H3)

Sorteggio Mondiale Brasile 2014: Il logo della rassegna iridata

POLEMICHE – Non sono mancate le polemiche della vigilia da parte dei maggiori protagonisti, Ct Prandelli compreso: le ipotesi sono tante, dalle più semplici alle più complicate. Ma questa Italia va temuta, non deve temere alcuno: ecco perché nel sorteggio odierno saremo noi lo spauracchio delle teste di serie, da evitare a tutti i costi.

IL GIRONE NON CONTA, LO DICE LA STORIA – Siamo italiani, amiamo complicarci la vita e non ci piacciono le cose facili: ci esaltiamo quando si tratta di realizzare imprese, quando tutto sembra andarci contro e veniamo snobbati dal mondo intero. Se invece passiamo per favoriti e possiamo camminare sul velluto, allora ecco che scivoliamo banalmente come nel più classico delle gag di Tom & Jerry. A dirlo sono i precedenti, l’ultimo del 2010 ha del clamoroso: capaci di arrivare ultimi a cospetto di Slovacchia, Paraguay e Nuova Zelanda. Un’umiliazione subita da Campioni del Mondo in carica, simile a quanto avvenne alla Francia nel 2002 ad opera del Senegal.

Solo due anni prima, ad Euro 2008, eravamo stati capaci di superare un girone composto da Olanda e Francia, oltre alla Romania, roba da Italia insomma. O ancora, nel 2012, arrivati in Finale superando un girone di ferro con Spagna, Croazia e l’Irlanda del Trap, battendo Inghilterra e Germania nei quarti e semifinali. Ecco perché questo pomeriggio guarderemo il sorteggio non con troppa ansia, anzi augurandoci forse di non essere troppo aiutati dalla dea bendata: il rischio di sottovalutare un girone ed uscire a testa bassissima è perfettamente nelle nostre capacità. Ben venga dunque il Brasile o l’Argentina, o la Francia anche meglio: le aspettiamo al varco, dovranno esser loro ad augurarsi di non incontrare noi lungo il cammino Mondiale.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *