Calogero Destro
No Comments

Pagelle Marsiglia-Dortmund 1-2: Lewandoski bomber, ma la decide Grosskreutz

Lewandoski bomber, Diawara spaventa, ma la decide Grosskreutz.

Pagelle Marsiglia-Dortmund 1-2: Lewandoski bomber, ma la decide Grosskreutz
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Borussia Dortmund riesce ad espugnare il “Velodrome” di Marsiglia per 2-1 e si qualifica agli ottavi Champions League come prima classificata del gruppo F, escludendo dai giochi il Napoli, che nonostante l’ottimo cammino, dovrà accontentarsi dell’Europa League.
Ecco le pagelle di un match che ha regalato emozioni fino all’ultimo minuto istante.

MARSIGLIA

Mandanda 5- Non può nulla sulla rete di Lewandowski ma è impreciso su quello decisivo di Grosskreutz, per il resto fa quel che può, ma non basta ad evitare ai suoi il titolo di peggiore squadra nella fase a gironi con 0 punti in 6 partite.

Fanni 6,5– Uno dei più positivi, riesce a contenere discretamente le avanzate di Reus ed è propositivo in fase offensiva.

Diawara 6,5– Sigla la rete che per un quarto d’ora manda all’inferno i gialloneri e in paradiso i partenopei, solo una magica illusione.

Mendes 5,5– Non una gran partita per lui, è imperfetto in alcune chiusure e soffre eccessivamente il fisico di Lewandowski.

Khalifa 6– Mantiene la posizione e non rischia quasi nulla, sufficiente.

Lemina 5,5– Prova qualche inserimento dei suoi, ma senza gran risultati, sotto i suoi standard.

Cheyrou 6,5– Buona la prova del capitano dei francesi, qualità e soprattutto quantità ad un centrocampo che per gran parte della partita tiene i ritmi del Borussia.

Payet 4,5– Capace di farsi cacciare per doppia ammonizione in soli 33 minuti, lasci i suoi in 10 per il resto del match, disastroso.

Gignac 5- Riceve pochi palloni giocabili, i compagni lo cercano poco, trasparente.

Thauvin 7- E’ la nota più positiva del girone da incubo del Marsiglia, grande tecnica, visione di gioco straordinaria, buona velocità. Faro nella notte.

BORUSSIA DORTMUND

Weidenfeller 6– Impegnato poco, non può nulla sul gol di Diawara.

Durm 6- Prova dedita soprattutto di contenimento del terzino tedesco, ordinato.

Sarr 6,5– Il centrale dal cuore giallonero sfodera una prestazione importante, annulla praticamente Gignac e non sbaglia una chiusura, muro.

Papasthatopoulos 5,5– Qualche sbavatura di troppo per lui: soffre le caratteristiche di Thauvin e buca un paio d’interventi. Da rivedere.

Grosskreutz 8,5- Man of the match per il Borussia Dortmund, per il solo fatto di averla decisa: fondamentale.

Sahin 6,5– Detta i tempi ad un centrocampo che gira bene ma non trova la giocata giusta, leader.

Kehl 6– Corre tanto e si batte su ogni pallone: cuore di capitano.

Blasczycowsky 6,5- Mandanda gli nega la gioia del gol, ma lui non si ferma mai, infaticabile.

Mkhitaryan 7,5– Accende la luce con un lancio sopraffino per il vantaggio di Lewandowski, sfodera giocate di qualità per tutto il match: top player.

Reus 7– Devastante, imprendibile, ma troppo sprecone. E’ vero che si ci mette anche il palo ma davanti a Mandanda spara pure sopra la traversa quando sarebbe più facile segnare.

Lewandowski 8- Apre le danze per il Dortmund e delizia il pubblico con un paio di giocate da campione vero, sempre decisivo nei momenti importanti: campione vero.

Calogero Destro

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *