Simone Gianfriddo
No Comments

Pallotta-Unicredit, prove di disgelo a Roma

Dopo le polemiche dei giorni scorsi circa il possibile ingresso nella società capitolina di un capitale cinese, il presidente James Pallotta prova a ricucire i rapporti con Unicredit

Pallotta-Unicredit, prove di disgelo a Roma
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
James Pallotta, presidente della Roma

James Pallotta, presidente della Roma

  Nei giorni scorsi erano trapelate indiscrezioni di una trattativa “non” ufficiale tra Unicredit ed il colosso cinese Hna, del magnate Chen Feng. Voci che erano state smentite in maniera accorata dal presidente italo americano James Pallotta, assolutamente ignaro. Notizia delle ultime ore è però,  il possibile compromesso tra Pallotta ed Unicredit circa l’entrata societaria di Feng, che investirebbe 50 milioni di euro nella società giallorossa.

RIAVVICINAMENTO PALLOTTA-UNICREDIT – Dopo le  divergenze negli ultimi giorni, sembra che nei piani alti della società capitolina possa ritornare la quiete: secondo quanto riportato dal “Messaggero”, il presidente Pallotta sarebbe intenzionato ad incontrare Paolo Fiorentino, vice D.g di Unicredit, nonchè presidente di Neep ( Holding che possiede il 78% delle azioni giallorosse). L’incontro dovrebbe esplicare la reale presa di posizione di entrambe le parti riguardo il possibile ingresso societario di Hna ( gruppo cinese attivo in compagnie aeree, settore immobiliare, turismo e finanza); Pallotta, dopo aver denunciato seccamente la sua completa non conoscenza della trattativa Unicredit-Hna , vorrebbe ritornare sui suoi passi e rivalutare la possibile nuova figura societaria cinese rappresentata dall’imprenditore Chen Feng, il quale vorrebbe trovare un accordo con Unicredit per acquistare il 20% delle quote societarie della banca stessa , attualmente proprietaria del 31% totale. Pallotta vorrebbe giungere ad un compromesso, secondo il quale Feng potrebbe in effettiva acquistare il 20% di Unicredit, con un successivo aumento di capitale; l’investimento cinese dovrebbe a tal punto aggirarsi intorno ai 50 milioni di euro. Il presidente dovrebbe arrivare da Boston in concomitanza di  Roma-Fiorentina che si disputerà  domenica e , proprio a cavallo del week -end, potrebbe incontrare il numero due di Unicredit.

ASSE PECHINO -BOSTON-ROMA – La famiglia Feng intanto  è riuscita ad ottenere, per la propria  compagnia aerea Hna,  l’approvazione federale per la tratta Pechino-Boston (città proprio del presidente Pallotta), come riportato dalle pagine  dell’ “Herald Tribune”. Lo scopo dei voli sarà per incrementare lo sviluppo di imprese locali, ma in realtà potrebbe essere un primo passo per un futuro di Feng a Roma, città nella quale il magnate cinese vorrebbe creare un collegamento diretto con  Pechino gestito dall’ Hna.

Simone Gianfriddo

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *