Dario Greco
No Comments

Pagelle Fiorentina-Verona 4-3: Borja Valero top player, Iturbe super

Primo tempo pirotecnico con quattro reti nel primo quarto d’ora. I viola giocano bene e fanno vanno valere le loro individualità, gli scaligeri non mollano mai e quando attaccano possono far male a chiunque. Una gara così bella non si vedeva da tempo…

Pagelle Fiorentina-Verona 4-3: Borja Valero top player, Iturbe super
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Borja Valero e Giuseppe Rossi, trascinatori della Fiorentina di inizio stagione

Borja Valero e Giuseppe Rossi, trascinatori della Fiorentina

La squadra di Montella batte il Verona e aggancia l’Inter al quarto posto. Una partita pazzesca, colma di reti, azioni, ripartenze e tante emozioni; il pubblico del “Franchi” si diverte guardando due formazioni che giocano un bel calcio, a viso aperto. I viola riscattano subito il passo falso di Udine e staccano in classifica proprio gli scaligeri al terzo k.o. consecutivo; i gialloblù, però, hanno la pelle dura, non si arrendono mai e fanno sudare Rossi e compagni fino all’ultimo secondo.

TOP

BORJA VALERO 8: Lo spagnolo sembra quasi non sorprendere più; regista, interno, trequartista, ieri sera anche goleador. Recupera e costruisce, genera assist e gestisce saggiamente il pallone; è vero, la nazionale spagnola in mezzo al campo ha dei mostri sacri, ma come si fa a rinunciare ad un giocatore simile? E’ il fulcro della manovra della squadra di Montella e con la fascia da capitano si prende ancora più responsabilità. INSOSTITUIBILE

MANDORLINI 7: I gialloblù sono la vera sorpresa del campionato, possiamo dirlo. Da matricola a cenerentola ci può stare, ma il progetto Verona si vede soprattutto adesso che ha incassato la terza sconfitta consecutiva. Non bada al risultato questa squadra, bensì produce gioco e ripartenze tanto veloci, quanto insidiose e lo fa in maniera molto intelligente. Dietro cerca di difendersi con ordine, da centrocampo in su, invece, non si ferma mai e si scatena con i vari Jorginho e Iturbe. IMPAVIDO

ITURBE 7: Se continua così, sentiremo parlare tanto di questo ragazzo. Tecnica straordinaria e una forza esplosiva impressionante; il suo allenatore lo tiene largo per dar fastidio al terzino avversario e lui esegue gli ordini e quando riparte è una furia. Il gol che porta, momentaneamente, in vantaggio l’Hellas è un gol di rara bellezza. TALENTO

FLOP

PORTIERI 5: Sicuramente una gara con sette gol non potrà mai vedere gli estremi difensori come migliori in campo. Storicamente la tradizione brasiliana non ha fatto uscire grandissimi numeri uno e sia Neto che Rafael lo testimoniano, ancora una volta, in soli novanta minuti. Il voto singolo è peggiore, mezzo in più glielo diamo per incoraggiamento. DISTRATTI

JOAQUIN-JANKOVIC 4,5: I jolly dei due tecnici si vedono poco e male; dovrebbero supportare il compagno di reparto, ma sia Toni che Rossi devono andare altrove per cercare collaborazione. Il primo viene sostituito con il più reattivo Matos, il secondo è ancora più sciagurato, procurando addirittura il rigore del 4-2, lasciando i compagni in dieci per oltre mezz’ora. BOCCIATI

Le pagelle di Fiorentina-Verona 4-3

Fiorentina (4-3-3): Neto 4,5; Tomovic 6, Savic 5,5, Rodriguez 6,5, Vargas 6,5; Vecino 5 (1′ st Mati Fernandez 6), Ambrosini 6, Borja Valero 8; Joaquin 4,5 (29′ Matos 6), Rossi 6,5 (43′ st Ilicic sv), Cuadrado 6. All. Montella 6,5

Verona (4-3-3): Rafael 4,5; Cacciatore 5 (32′ Martinho sv), Gonzalez 5, Maietta 5,5, Agostini 5 (40′ st Cacia sv); Romulo 6,5, Jorginho 7, Hallfredsson 5,5 (19′ st Cirigliano 6); Jankovic 4,5, Toni 6,5, Iturbe 7. All. Mandorlini 7

Dario Greco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *