Redazione
No Comments

Santo Domingo: un caldo Natale ai Tropici

Già stufi del freddo invernale? Durante le vacanze perché non anticipare la bella stagione con un’esotica settimana ai Tropici

Santo Domingo: un caldo Natale ai Tropici
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Santo Domingo, è una delle mete più ambite dai viaggiatori italiani, sia per le sue bellezze naturali, che per la possibilità di acquistare voli e soggiorni a prezzi abbordabili per tutte le tasche. I villaggi e le strutture turistiche variano dalla location più lussuosa a quella super economica. Anche per quanto riguarda i voli aerei, spesso si trovano sul web oppure in agenzia di viaggio, offerte vantaggiose in ogni periodo dell’anno.  L’Aeroporto Internazionale Las Americas, si trova a circa 20 chilometri dalla città ed è facilmente raggiungibile con i servizi di mezzi pubblici.

Repubblica Dominicana

Tramonto nella Repubblica Dominicana

SANTO DOMINGO E HAITI – Immersa nel Mar dei Caraibi, l’isola che ospita Santo Domingo, è Hispaniola, divisa tra lo stato di Haiti e della Repubblica Dominicana. Haiti più legata alle tradizioni ed allo stile di vita caraibico, Santo Domingo invece, sempre più proiettata in un futuro occidentalizzato. La colonizzazione spagnola ha lasciato gli evidenti segni di un’impronta europea su questa parte dell’isola. La capitale vanta una ricca storia di popoli e conquistatori, inoltre vanta il titolo di città coloniale più ricca al mondo. Monumenti ed architettura conservano il fascino d’altri tempi, mentre grattacieli, casinò e discoteche rappresentano il mondo dell’innovazione.

CLIMA – Le condizioni climatiche sono uniformi in tutti i periodi dell’anno: le massime oscillano tra i 29° ed i 31° e le minime tra i 19° ed i 23°. Tipico dei climi tropicali, quello della Repubblica Dominicana è caratterizzato da una stagione calda, con meno umidità da gennaio ad aprile, e da una stagione piovosa, da maggio a ottobre, in cui è possibile imbattersi in tempeste e uragani.

Il punto forte della Repubblica Dominicana, sono i 500 chilometri di meravigliose spiagge che, incontaminate dalla presenza dell’uomo o meno, offrono uno scenario paradisiaco fuori dalla quotidianità caotica e movimentata delle nostre città. Quindi il consiglio è di soggiornare in uno dei tanti resorts, villaggi e residence vicini al mare, attrezzati per qualsiasi comodità ed attività ricreativa.

BOCA CHICA – La spiaggia preferita dai domenica è anche una delle più conosciute dai turisti, ma non perché sia la più bella, ma per la sua posizione, a soli 20 chilometri dalla capitale. Un litorale di sabbia bianca spesso affollato, più adatto per gli amanti del divertimento che non per chi volesse rilassarsi. La notte in questa spiaggia viene animata da locali notturni, bar e discoteche.

LA ROMANA – Nella regione orientale, il turismo d’elite si concentra nelle spiagge della città La Romana, da qui è possibile raggiungere le isole di Saona e Catalina, paesaggi da sogno e praticamente disabitati. I pescatori locali, a modico prezzo, si rendono disponibili per il trasporto su questi isolotti.

PUNTA CANA – L’oasi tropicale, protetta dall’UNESCO, è caratterizzata da 35 chilometri di spiagge, tra le più belle dei Caraibi, acque turchesi, limpide e cristalline, e sabbie bianche finissime. Tutto questo circondato da palme sotto cui fare una siesta, e numerosissimi complessi turistici.

SAMANA – La penisola non è facilmente raggiungibile via terra,perché ancora incontaminata, ma lo scenario è molto suggestivo, spiagge completamente deserte e ricca vegetazione lussureggiante. Zona famosa per l’avvistamento del passaggio delle balene nel periodo di marzo.

CABARETE – Nella regione settentrionale, Canarete è un villaggio situato in una baia in cui si tengono ogni anno tornei internazionali di vela e windsurf. Spiagge della zona in cui praticare questi sport: Playa Long Beach, Playa Costamar e Playa Punta Rusia.

Anche nella regione Sud-occidentale  si trovano splendide spiagge, nel lido di San Rafael confluiscono le acque provenienti dalle montagne circostanti, che formano delle piscine naturali. Playa Quemaitos invece si caratterizza per le piccole pietre bianche e lisce che si trovano nel bagnasciuga.

Carol Deriu

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *