Redazione
No Comments

Maltempo: treno deraglia a Foggia, morta una donna a Pescara

Nuova allerta nel centro-sud. Il maltempo continua a provocare vittime e disagi.

Maltempo: treno deraglia a Foggia, morta una donna a Pescara
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

MaltempoIl maltempo continua a non dar sosta alla penisola: da nord a sud l’Italia è costretta a fare i conti con un’ondata di perturbazioni che dura ormai da settimane. Ogni anno il maltempo causa nel nostro Paese innumerevoli disagi e contribuisce sensibilmente all’aggravarsi del già critico dissesto idrogeologico. Ancora viva nella memoria, la tragedia della Sardegna è l’ultima di una lunga serie di calamità naturali con le quali il nostro territorio ha dovuto, volente o nolente, confrontarsi.

PESCARA – In provincia di Pescara il mal tempo ha mietuto un’ulteriore vittima. La donna, Anna Maria Mancini, 57 anni, originaria di S.Teresa di Spoltore, si stava recando dalla madre quando si è ritrovata bloccata nella sua auto in un sottopasso allagato. Inutile la chiamata di soccorso al marito che ha dato l’allarme. Ulteriori disagi per la popolazione locale ed in particolare per gli abitanti di Villaggio Alcione. Circa mille abitanti sono stati fatti evacuare per precauzione a a causa dell’ingrossamento del fiume che ha superato i livelli di guardia.

FOGGIA – Deragliato un treno alle porte di Foggia. A bordo erano presenti soltanto due passeggeri oltre il macchinista e il capotreno. A riportare gravi ferite sono stati solamente questi ultimi: Michele Nota, 56 anni e Michele Capotorto, 53 anni. Il macchinista ha riportato un trauma toracico, la frattura della testa dell’omero destro, trauma addominale mentre il capotreno ha riportato trauma toracico, trauma addominale, trauma cranico e maxillofacciale.

BASILICATA – Nubifragi, nella serata di ieri, hanno colpito anche la Basilicata che versa in situazione di emergenza. Esondati i fiumi Basento, Agri e Sinni. Circa 180 persone hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni per sicurezza. Colpita la viabilità per la quantità di detriti che hanno invaso i canali di comunicazione stradale.

MARCHE – Allerta nelle Marche per le piene dei fiumi Tenna e Tesino e per il raggiungimento dei livelli di guardia di numerosi fiumi. Il maltempo ha causato, senza provocare feriti, il crollo di due ponti a Monterubbiano e Carassai. Una massa di fango e detriti ha divelto una tubatura del gas a Villa Sant’Antonio di Visso.

GENOVA – Le forti raffiche di vento che hanno colpito il capoluogo ligure hanno mandato in tilt la quasi totalità dei servizi viari. Interrotti i voli da e per il terminal di Genova, impossibile l’attracco al porto, difficoltoso il transito autostradale.

SARDEGNA – Ancora in allerta per il dissesto idrogeologico in Sardegna. L’isola è stata colpita da ingenti nubifragi che hanno ulteriormente aggravato la condizione preesistente. Ad Olbia un’ordinanza del Sindaco ha disposto la chiusura di tutte le scuole “di ogni ordine e grado per l’emergenza maltempo”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *