Vincenzo Galdieri
No Comments

La radiocronaca di Juventus-Udinese 1-0

La radiocronaca di Juventus-Udinese 1-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Juventus-Udinese, il bianco e il nero in scena allo “Stadium” Alle 18.30 primo dei tre posticipi di giornata, Conte rilancia Marchisio Anche il bianco e il nero hanno sfumature diverse. Lo testimonia Juventus-Udinese, primo dei tre posticipi del turno numero 14 del campionato di serie A, in programma oggi pomeriggio alle 18.30 allo “Stadium”. I bianconeri piemontesi vogliono conservare e allungare in vetta, cercando il record di vittorie consecutive (6) nell’era-Conte, mentre i friulani di Guidolin, reduci dalla bella vittoria sulla Fiorentina, intendono avviare una marcia convincente fuori casa, laddove sin qui è arrivata una vittoria a fronte di 5 ko. Juventus sempre vittoriosa in casa, chiamata oggi a cercare la “settima meraviglia” senza lo squalificato Asamoah (De Ceglie ne prende la maglia) e gli infortunati Isla e Giovinco, ma con il recuperato Barzagli nel terzetto arretrato. Si rivede anche Lichtsteiner in panchina, a destra Padoin avvantaggiato su Caceres; nell’Udinese fuori fino alla fine dell’anno Muriel, in avanti confermatissimo il capitano Antonio Di Natale con Basta, Pereyra e Bruno Fernandes alle sue spalle.

LE PAROLE DELLA VIGILIA – In casa juventina Conte ha tenuto alta la tensione: “Il fatto che la Roma non sia in testa alla classifica dopo 10 vittorie e 3 pareggi la dice lunga su quello che stiamo facendo noi. Ora non si decide niente, bisogna sbagliare il meno possibile, le bucce di banana sono dietro l’angolo, domani (oggi, ndr) dobbiamo stare molto attenti a non scivolare contro l’Udinese. In un campionato ci sono sempre 2-3 momenti decisivi; meno si sbaglia meglio è. Noi abbiamo ripreso la vetta da una giornata, mi piacerebbe rimanerci”. Sfrontato l’approccio di Guidolin: “Affrontiamo la squadra più forte della Serie A, che probabilmente vincerà lo scudetto per il terzo anno di fila. Ai miei chiedo solo il coraggio di osare, dovremo essere abili nelle ripartenze, essere più propositivi. Tutte le squadre che incontrano la Juve si aspettano di poter giocare nella metà campo dei bianconeri, ma poi la realtà dei fatti solitamente si rivela diversa e si ritrovano schiacciate”.

BAMBINI SUGLI SPALTI – Chiuse le curve per i noti fatti contro il Napol., ci sarà tanta sana gioventù sugli spalti dello “Juventus Stadium”. 9.500 saranno i ragazzi delle scuole elementari e medie e delle scuole calcio che parteciperanno a “Gioca con me…tifa con me”, l’iniziativa lanciata dalla Juventus e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Una magnifica festa di sport che, giorno dopo giorno, raccoglie nuove entusiastiche adesioni: quella del J-Museum, che dal 1° all’8 dicembre garantirà l’ingresso gratuito a tutti i bambini in possesso del biglietto per la partita, organizzando per loro dei laboratori didattici sul fair play. Quella dell’Udinese, che porterà allo stadio quattro società sportive dell’Udinese Academy. Quella di Quella del Comune di Torino, che patrocinerà l’iniziativa, e quella della GTT, il Gruppo Torinese Trasporti, che metterà gratuitamente a disposizione i mezzi pubblici per consentire ai bambini di raggiungere lo stadio.

Di Luca Guerra (Twitter: @GuerraLuca88)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *