Giuseppe Alessi
No Comments

Premier League, domenica bestiale: Spurs-Utd, alle 17 Chelsea e City

Le seconde in classifica Liverpool e Chelsea all'inseguimento dell'Arsenal

Premier League, domenica bestiale: Spurs-Utd, alle 17 Chelsea e City
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Josè Mourinho, tecnico dei Blues

Josè Mourinho, tecnico dei Blues

L’Arsenal è scappata via e la domenica di Premier potrebbe già operare una selezione fra le inseguitrici: oggi scendono in campo, infatti, le grandi d’Inghilterra: Manchester United, Manchester City, Chelsea, Liverpool e Tottenham.

Il ruolino di marcia tenuto dagli uomini di Wenger è impressionante: ieri i Gunners hanno ottenuto la decima vittoria su tredici match con un convincente 3-0, in terra gallese, a casa del Cardiff City. Alle 13 tocca rispondere allo United che va nel North-East London, a White Hart Lane. Là troverà un clima particolare: gli Spurs sono reduci dalla umiliante sconfitta contro il Manchester City per 6-0. I tabloid inglesi sono andati giù pesanti contro Andre Villas-Boas che da reuccio d’Europa è passato attraverso l’esonero al Chelsea e ora è considerato il principale responsabile del pessimo momento degli Spurs. La vittoria in settimana contro i norvegesi del Tromso in Europa League ha flebilmente soffiato sulle nuvole nere che coprono il quartiere di Tottenham.
Con Christian Eriksen ancora infortunato, obbligata pare la scelta di riproporre Lewis Holtby, nonostante la sua insufficiente prestazione di Manchester. Confermati anche Lamela sulla destra e Lennon a sinistra.
Moses invece è alle prese col dubbio Van Persie che ha accusato un problema all’alluce in seguito alla gara di Champions contro il Leverkusen: se non dovesse farcela, è pronto Danny Welbeck. Dietro di lui il solito Rooney, autore fin qui di ben 13 assist per i compagni.

Tottenham-Manchester United
Domenica, ore 13
Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Walker, Dawson, Kaboul, Vertonghen; Sandro, Paulinho; Lamela, Holtby, Lennon; Soldado. All.: Villas-Boas.
Manchester United (4-4-1-1): De Gea; Smalling, Evans, Vidic, Evra; Valencia, Cleverley, Jones, Kagawa; Rooney; Van Persie. All.: Moses.

Alle 15:05 scende in campo il Liverpool, secondo in classifica e lo fa contro l’Hull City. Dopo il rocambolesco derby di otto giorni fa, Suarez & Co. sono chiamati a ridurre le distanze con l’Arsenal se non vogliono vanificare un pur buono inizio di stagione. Ad attenderli ci sarà l’Hull City di Steve Bruce che non vince da due turni.
Brendan Rodgers si affiderà al collaudato 4-3-3 con il tridente davanti formato da Henderson-Suarez-Coutinho, mentre a centrocampo la maglia da titolare sarà del galllese Joe Allen. Bruce invece deciderà di proteggersi con le linee di centrocampo e difesa vicine e serrate per poi sfruttare la velocità di Brady e Sagbo in avanti.

Hull City-Liverpool
Domenica, ore 15:05
Hull City (4-4-2): McGregor; Elmohamady, Davies, Faye, Figueroa; Koren, Huddlestone, Livermore, Boyd; Brady, Sagbo. All.: Bruce.
Liverpool (4-3-3): Mignolet; Johnson, Skrtel, Agger, Flanagan; Allen, Gerrard, Lucas; Henderson, Suarez, Coutinho. All.: Rodgers.

Mourinho che in settimana ha avuto parole al miele per Galliani, non ha digerito le dichiarazioni di Lukaku, a cui ha prontamente risposto: “Dato che Lukaku ha tanta voglia di parlare, fatevi dire il perché ad oggi si trovi all’Everton invece di essere al Chelsea”. A Stamford Bridge si attende la rivelazione Southampton: Pochettino sceglie ancora Lambert come punta centrale e fa accomodare Pablo Daniel Osvaldo ancora in panchina. Josè invece ripropone Torres a causa dell’infortunio di Eto’o.

Chelsea-Southampton
Domenica, ore 17
Chelsea (4-3-3): Cech; Ivanovic, Terry, Cahill, Azpilicueta; Ramires, Mikel, Lampard; Oscar, Torres, Hazard. All.: Mourinho.
Southampton (4-4-1-1): Boruc; Clyne, Fonte, Lovren, Shaw; Ward-Prowse, Schneiderlin, Wanyama, Rodriguez; Lallana; Lambert. All.: Pochettino.

Sempre alle 17, all’Etihad Stadium andrà in scena la sfida tra Manchester City e Swansea. Morale a mille dopo i sei gol rifilati agli Spurs e ai quattro inflitti al Victoria Plzen. Attacco da riconfermare per Pellegrini: giocano Aguero e Negredo davanti con Jesus Navas e Nasri sulle corsie esterne. Laudrup deve rinunciare ancora a Bony e lancerà Alvaro da titolare.

Manchester City-Swansea City
Domenica, ore 17
Manchester City (4-4-2): Pantillimon; Zabaleta, Demichelis, Lescott, Clichy; Navas, Yaya Tourè, Fernandinho, Nasri; Aguero, Negredo. All.: Pellegrini.
Swansea City (4-4-1-1): Vorm; Tiendall, Williams, Chico, Davies; Dyer, Shelvey, Canas, Lamah; De Guzman; Alvaro. All.: Laudrup.

Giuseppe Alessi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *