Orazio Rotunno

Euro Report -11: la giornata del Girone C

Euro Report -11: la giornata del Girone C
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 DANZICA, 28 MAGGIO –  Immaginare un girone più incerto di questo è missione difficile, molto difficile: 2 squadre fra le favorite alla vittoria finale, Italia e Spagna, e due fra le compagini più ostiche ed imprevedibili del panorama calcistico Mondiale, Croazia ed Irlanda. In qualsiasi modo si risolverà questo girone possiamo essere certi che lo spettacolo e l’equilibrio non mancheranno nella speranza, neanche troppo velata, che i nostri ragazzi sappiano superare le difficoltà di un periodo difficile -fra calcio-scommesse e solite sterili polemiche-  offrendoci un’altra grande estate azzurra.

SPAGNA – Le furie rosse guardano tutti dall’alto, sono sul tetto d’Europa e del Mondo dal 2008, e di diritto partono come grandi favoriti. Le defezioni di Villa prima e di Puyol poi, oltre alla clamorosa e sfortunata eliminazione del Barça ad opera del Chelsea, hanno smorzato gli entusiasmi della critica, facendo preferire nei pronostici Olanda e Germania. Ma una squadra che annovera un mix tra le due squadre più forti del mondo come Barcellona e Real, con un David Silva in più, senza dimenticare l’ariete Llorente ed il Campione d’Europa Mata, sembra esserere nuovamente in pole ai nastri di partenza. Ecco la lista ufficiale dei 23 convocati del ct del Bosque:

Portieri: Iker Casillas (Real Madrid CF), Víctor Valdés (FC Barcelona), Pepe Reina (Liverpool FC)

Difensori:Sergio Ramos (Real Madrid CF), Gerard Piqué (FC Barcelona), Jordi Alba (Valencia CF), Álvaro Arbeloa (Real Madrid CF), Raúl Albiol (Real Madrid CF), Juanfran (Club Atlético de Madrid), Javi Martínez (Athletic Club).

Centrocampisti: Xavi Hernández (FC Barcelona), Sergio Busquets (FC Barcelona), Xabi Alonso (Real Madrid CF), David Silva (Manchester City FC), Santi Cazorla (Málaga CF), Jesús Navas (Sevilla FC), Cesc Fàbregas (FC Barcelona), Andrés Iniesta (FC Barcelona).

Attaccanti: Fernando Llorente (Athletic Club), Juan Mata (Chelsea FC), Fernando Torres (Chelsea FC), Pedro Rodríguez (FC Barcelona), Álvaro Negredo (Sevilla FC).

ITALIA – Alla vigilia dell’amichevole contro il Lussemburgo Cesare Prandelli, ct azzurro, ha eliminato dalla propria lista 7 dei 32 giocatori iniziali; questi sono Francesco Viviano, Davide Astori, Salvatore Bocchetti, Domenico Criscito, Luca Cigarini, Ezequiel Schelotto e Marco Verratti. In queste ore dovrebbero essere eliminati altri 2 giocatori prima di poter consegnare la rosa definitiva dei partecipanti all’Europeo 2012 di Polonia-Ucraina. Intanto a Coverciano il tecnico azzurro sta facendo le prove generali con l’intera rosa a disposizione tra cui spiccano per la loro eccellente condizione atletica Sebastian Giovinco, Mario Balotelli e Totò Di Natale, infatti in conferenza stampa ha speso qualche parola anche per loro:”Balotelli ha detto che non ci lascerà mai in dieci e io gli credo al 100%. Antonio di Natale si è dimostrato molto duttile, così come  Giovinco. Anche  Destro, che è alla sua prima convocazione, mi ha sorpreso positivamente, sta bruciando le tappe“. Se da una parte c’è l’ottima condizione dei nostri attaccanti dall’altra c’è la questione degli infortunati: Giorgio Chiellini e Riccardo Montolivo sono alle prese con i postumi di infortuni muscolari, ma se per il difensore juventino il recupero è difficile, per il neoacquisto del Milan dovrebbe essere più probabile.

CROAZIA – Da sempre, mina vagante. Oggi, assieme all’Irlanda del Trap, chiave degli equilibri che reggeranno il girone C e quindi le sorti dell’Italia: se la squadra di Mister Bilic ripeterà i risultati ottenuti nella gran parte della manifestazioni a cui ha partecipato dal 1996 ad oggi sarà inevitabilmente arbitro delle sorti di almeno una delle due fra le super-favorite di questo Campionato Europeo. Certamente questa non è più la Croazia del 1998, squadra eccezionale per caratura tecnica, capace di arrivare terza ad un Campionato Europeo, battuta solo da Francia e Brasile, ma risulta comunque una compagine pericolosa sotto tutti i punti di vista e pronta a mettere in bastoni fra le ruote delle più blasonate avversarie. Slaven Bilic ha diramato una lista di 27 calciatori pre-convocati che sarà ridotta ai 23 canonici nei prossimi giorni. Ecco i nomi dei 27:
Portieri: Stipe Pletikosa (FC Rostov), Danijel Subasic (Hajduk Spalato), Ivan Kelava (Dinamo Zagabria), Goran Blazevic (Hajduk Spalato);
Difensori: Vedran Corluka (Tottenham), Sime Vrsaljko (Dinamo Zagabria), Dejan Lovren (Lione), Josip Simunic (Dinamo Zagabria), Ivan Strinic (Dnipro), Gordon Schildenfeld (Eintracht Francoforte), Domagoj Vida (Dinamo Zagabria), Jurica Buljat (Maccabi), Daniel Pranjic (Bayern Monaco);
Centrocampisti: Darijo Srna (Shakhtar Donetsk), Ognjen Vukojevic (Dynamo Kiev), Ivan Rakitic (Siviglia), Tomislav Dujmovic (Dynamo Mosca), Luka Modric (Tottenham), Niko Kranjcar (Tottenham), Milan Badelj (Dinamo Zagabria), Ivan Perisic (Borussia Dortmund), Ivo Ilicevic (Amburgo).
Attaccanti:Mario Mandzukic (Wolfsburg), Eduardo Da Silva (Shakhtar Donetsk), Nikica Jelavic (Everton), Nikola Kalinic (Dnipro), Ivica Olic (Bayern Monaco).

REPUBBLICA D’IRLANDA – Il portiere 27enne Westwood spera che il suo collega di reparto Given sia disponibile per EURO 2012, anche se in caso di forfait, sarebbe proprio lui a difendere i colori della Repubblica d’Irlanda. Il portiere del Sunderland ha sostituito Given nella vittoria per 1-0 di sabato contro la Bosnia ed Erzegovina fornendo grandi garanzie a Giovanni Trapattoni. “Shay (Given, ndr) è un mio idolo, non potrei mai augurarmi che stia male. Ovvio sarei io a beneficiare della sua assenza, ma di certo non potrei mai sperarci per me e per la squadra. A livello di club ci può essere qualche rivalità del genere, ma qui siamo tutti uniti“. Queste sono state le parole di Westwood. Nell’amichevole contro la Bosnia si è vista una squadra in ottima forma: solidità difensiva, velocità sulle fasce e potenza in attacco. Oltre al gol sono arrivati anche due pali. Sono ora tredici le partite consecutive senza sconfitte nel giro di 14 mesi. Lo stesso portiere crede che la squadra abbia le carte in regola per essere la vera sorpresa.

Chi mancherà sicuramente in Ucraina e Polonia sarà sicuramente il centrocampista dell’Irlanda Keith Fahey costretto a dare forfait a causa di un infortunio all’inguine, al suo posto verrà chiamato Paul Green del Derby County FC, che ha debuttato in nazionale contro il Paraguay nel 2010 e ha ottenuto la decima presenza contro la Repubblica Ceca in amichevole nel febbraio 2012.. Fahey era uno dei dubbi nella squadra di Giovanni Trapattoni, avendo già dovuto saltare il finale di stagione con il suo club, Birmingham City FC, per un problema all’inguine. La Federcalcio irlandese (FAI) l’ha confermato sabato sera, dopo la vittoria dell’Irlanda 1-0 in amichevole contro la Bosnia Erzegovina a Dublino.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *