Connect with us

Football

La Roma a Bergamo con Garcia e la cura dei particolari

Pubblicato

|

Gervinho e Ljajic, Roma, Serie A,

E’ vigilia in casa giallorossa, la Roma è in partenza per Bergamo dove affronterà in trasferta l’Atalanta di Colantuono nell’incontro valido per la 14° giornata di Serie A.

La compagine giallorossa guidata fin quì egregiamente dal tecnico Rudi Garcia si trova costretta ad inseguire per la prima volta in stagione la nuova capolista Juventus ed è chiamata a rispondere prontamente seppur nella difficile trasferta bergamasca (4 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta per gli uomini di Colantuono tra le mura di cassa).

Quattro reti nelle ultime 5 partite, il primo risultato a reti inviolate lunedì sera contro il Cagliari e sei i punti recuperati dalla diretta inseguitrice, numeri che dimostrano come la Roma, almeno dal punto di vista dei risultati, abbia rallentato. Dall’ imprecisione di Ljajic contro il Sassuolo, al palo di Gervinho e l’occasione divorata da Strootman contro il Cagliari, senza il capitano Francesco Totti, la Roma crea e realizza meno occasioni da goal, allora ecco come in vista della partita contro l’Atalanta il nuovo “Ferguson” giallorosso, così James Pallotta ha ridefinito il tecnico francese, si muove curando ogni minimo particolare. Nelle ultime due sedute di allenamento a Trigoria, Garcia si è concentrato sulle esercitazioni offensive e schemi tattici d’attacco per migliorare la resa degli attaccanti e ha curato la fase di gioco del lancio lungo alla ricerca di una torre che faccia da sponda per preparare i difensori giallorossi a quello che, si prospetta, sarà il tema tattico della partita, vale a dire un’Atalanta chiusa in difesa e pronta a utilizzare la fisicità di Denis per ripartire in contropiede.

rudi garcia

Capitolo formazioni – In casa giallorossa dovrebbe ancora restare fuori Balzaretti alle prese con fisioterapia da circa una settimana, invece recuperano gli acciaccati Benatia e Pjanic, Garcia dovrebbe riconfermare Dodò sulla corsia di sinistra, il brasiliano ha confermato di avere ottime doti tecniche, ma ancora molti problemi nella fase difensiva, dunque stessi 11 scesi in campo nell’ultimo impegno casalingo, con un possibile anche se difficile avvicendamento di uno dei moschettieri del centrocampo in favore di Bradley. In attacco, Destro non è ancora pronto anche se l’ex senese è andato in gol con la squadra Primavera durante la settimana, e Borriello dovrebbe partire nuovamente dalla panchina.

Colantuono deve invece reinventare la difesa, sono out Bellini, Yepes e Lucchini, rientra invece Bonaventura, giocatore importante che permetterà al tecnico romano di riproporre il tanto amato 4-4-2 con Moralez a far coppia con bomber Denis.

Insomma, nulla lasciato al caso, il tecnico ex vincitore della Coppa di Francia con il Lille, seppur ribadisce nella conferenza stampa di ieri, che l’obiettivo della stagione sarà centrare la qualificazione in Champions, ha preparato la partita per portare a casa la piena posta in palio e per impedire alla Juventus di andare in fuga in caso di un presumibile successo casalingo contro l’Udinese distratta di questo campionato.

Daniele Maimone 

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending