Connect with us

Focus

Juventus, grandi manovre bianconere tra rinnovi e mercato

Pubblicato

|

Antonio Conte, prepara la Juventus del futuroe a meno di Vidal
Arturo Vidal, rinnovo in vista con la Juventus

Arturo Vidal, rinnovo in vista con la Juventus

La Juve si prepara a respingere gli assalti delle big europei. Pirlo, Pogba e Vidal sono da tempo nel mirino dei grandi club, ma la Juve non ha alcuna intenzione di mollarli. Sulla loro classe ha fatto leva per i suoi successi presenti e ha intenzione di conservare i suoi tre moschettieri per vincere in futuro. L’obiettivo è quello di centrare la Champions, che manca da 18 anni, nel giro dei prossimi due anni.

RINNOVI IN VISTA –  Dopo la tripletta in Champions, Vidal ha dichiarato: “Firmerei anche subito per il rinnovo”. Sarà accontentato. Lunedì, o al massimo martedì, il cileno firmerà il prolungamento fino al 2018. Il suo stipendio, da giugno, salirà a 5.5 milioni di euro, in media con i big bianconeri. Dopo il cileno sarà il turno di Pogba. Il talentino francese è sotto osservazione di molti big, primo tra tutti il Psg, e trattare con Raiola, si sa, non è facile. Nonostante ciò, una volta ottenuta la qualificazione Champions, la Juve è pronmtaq a offrire un quinquennale al francese, con ingaggio di 4.5 milioni. Un’offerta che dovrebbe essere accettata perché Pogba ha più volte ribadito la sua intenzione di proseguire la sua avventura in bianconero. Infine, Pirlo. Il bianconero è in scadenza e ha sempre detto che, prima dei soldi, a lui interessa il progetto tecnico. Conte e Marotta sanno bene che uno come Pirlo, è difficilmente sostituibile e l’allenatore non ha alcun problema a continuare a metterlo nel cuore del centrocampo. Per quel che riguarda l’offerta economica, se le cifre che girano (biennale a 4.5 milioni) verranno confermate, di certo da quel punto di vista la Juventus non teme controfferte da parte dei potenziali concorrenti.

MARCHISIO AI SALUTI – In queste condizioni, Claudio Marchisio sembra essere un di più per la Juventus. Il Principino è stato scavalcato da Pogba nello scacchiere bianconero e Conte ha più volte ribadito che, l’unico modo per vedere tutti i suoi “fab four” in campo, sarebbe quello di passare al 4-3-3, con Marchisio che andrebbe a fare l’esterno d’attacco di sinistra. Per il momento non ci sono, però, le condizioni per questo modulo, mancando i terzini in grado di spingere, così, con il 3-5-2, Marchisio finisce per essere un lusso. La Juve reinvestirebbe i soldi incassati da Marchisio in Naingollan, giocatore che piace molto a Conte per la sua versatilità. I rapporti tra Marotta e Cellino sono ottimi, come confermato tempo fa dallo stesso presidente sardo, e lo stesso Naingiollan spinge per andare in una big. Per questo l’addio di Marchisio è sempre più probabile.

ESTERNI CERCASI – Intanto, per gennaio, la Juve lavora alla caccia di esterni. Nonostante le smentite piovute dal Psg, la Juve ha sempre nel mirino Lucas e Menez, ai margini nel club francese. Soprattutto Menez pare un obiettivo abbordabile, visato che i suoi rapporti con Blanc sono asi minimi storici. Altro possibile obiettivo di mercato è Biabiany, che piace molto a Conte per la sua capacità di fare bene entrambe le fasi e la sua polivalenza. Sicuramente qualcuno arriverà, ma senza fare spese folli. Si cercherà un prestito, o di inserire nella trattativa qualche giocatore in esubero nella rosa.

VUCINIC, 6 MESI PER DECIDERE – Non partirà certamente a gennaio Vucinic. Il montenegrino però ha sei mesi di tempo per convincere Conte. Il lungo infortunio, e la successiva esplosione di Llorente, hanno relegato in seconda fascia il numero 9 bianconero. Starà a lui ora , riconquistare il posto in squadra. Diversamente, a giugno, anche il montenegrino potrebbe essere sacrificato.

Davide Luciani

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending