Orazio Rotunno

Criscito salta l’Europeo, indagato Bonucci: live tutti gli aggiornamenti dello scandalo scommesse

Criscito salta l’Europeo, indagato Bonucci: live tutti gli aggiornamenti dello scandalo scommesse
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

COVERCIANO, 28 MAGGIO – Ennesima, triste giornata per il calcio italiano. Lo scandalo si allarga a macchia d’olio, arricchendosi di nuovi personaggi e scenari. Ecco gli aggiornamenti live minuto per minuto della giornata:

19.05 – Conferenza stampa congiunta di Agnelli-Conte; “Non mi risulta che Conte faccia parte del quadro estremamente preoccupante che sta emergendo”. Lo ha detto il presidente della Juve Andrea Agnelli. ”Mi sembra che il ruolo di Conte sia vicino all’insignificante'”. Conte si dice invece deluso dal comportamento di Di Martino, ”dal pm di Cremona mi sarei aspettato che almeno una convocazione. La mia storia calcistica parla chiaro – ha detto il tecnico della Juventus – l’onesta e la correttezza sia da giocatore che da tecnico”.

18.55 – A Rtl 102.5 parla Domenico Criscito : “Riguardo i metodi non lo so però la cosa che mi fa male è che è arrivata un giorno prima della lista, ma non credo sia stato fatto apposta. Purtroppo il fatto che mi hanno contestato è che sono in una foto con due amici nonché capi ultrà del Genoa e stavamo chiacchierando riguardo quello che era successo nel derby la domenica prima. Nel derby del 2011 ci avevano contestato tutto il secondo tempo e poi è scoppiata la rabbia quando abbiamo fatto gol all’ultimo secondo e qualche giocatore deve aver detto qualche parola di troppo. Per fortuna non ho bisogno di soldi, di 20, di 30, di 40mila euro non so quanti erano, ma non ho bisogno di soldi per fortuna. Faccio un mestiere che ho sempre sognato fin da piccolo e non me lo voglio rovinare per certe cavolate. sono sicuro che ne uscirò alla grande, spero che il tutto si risolva il prima possibile”.

1835 – Al momento Leonardo Bonucci resta tra i 23 convocati di Prandelli. Al contrario di quanto avventuo per Criscito, a meno di clamorosi sviluppi nella giornata di domani, parteciperà ai prossimi Europei, nonostante sia ufficialmente indagato dalla Procura di Cremona. In preallarme comunque Ranocchia, una delle due riserve della rosa.

18.20 – Dure le parole dell’avvocato Grassani  approposito del coinvolgimento presunto di Conte nel caso-scommesse: “Se l’ipotesi di reato sportivo è l’omessa denuncia il rischio è di 6 mesi o al massimo un anno di squalifica. In caso di illecito sportivo tentato o consumato, invece, si andrebbe da una pena minima di 3 anni a un massimo di 4 se l’illecito è reiterato“. Per Grassani, in ambito di diritto sportivo “un indizio grave di colpevolezza può portare a una condanna e quello che sta emergendo rende ancora più difficile la posizione degli indagati in sede sportiva“.

17.30 – Un altro nome esce fuori, sempre della Nazionale, dopo quello di Mimmo Criscito. Questa volta si tratta di Leonardo Bonucci, difensore centrale della Juventus e dell’Italia. Bonucci dovrà certamente rispondere alla Procura di Bari, la quale tiene il fascicolo d’indagine in questione, smentendo o confermando quanto detto da Andrea Masiello, suo ex compagno di reparto ai tempi del Bari, che ha fatto pochi minuti fa il suo nome. “In occasione di Udinese-Bari della stagione 2009/2010 Masiello propose a Bonucci di manipolare la gara” scrive il Gip di Cremona, Salvini. Il difensore azzurro si può considerare indagato a tutti gli effetti.

16.40 – Le dichiarazioni di Preziosi sono cariche di amarezza: “Cosa ci faceva Mimmo là? Bisognerebbe chiederlo a lui. Non voglio fare considerazioni. Se dovessi fare considerazioni in automatismo direi 2+2 fa 4 ma voglio aspettare i motivi dell’indagine. Comunque l’indizio non è piacevole. Non è un reato incontrare persone ma fare delle cose. L’unico presidente che si è permesso di dire che devono andare in galera tutti, rischiando la propria pelle e qualche minaccia di troppo, ma che continua a viaggiare senza scorta, sono stato io”.

16.20 – Alle 18.00 si terrà una conferenza stampa con Antonio Conte ed Andrea Agnelli. L’appuntamento è a Vinovo, allo Juventus Center. Nel frattempo all’uscita dall’assemblea di lega, Marotta non ha voluto rilasciare alcun commento: ” Non siamo in grado di farne, stiamo zitti”.

15. 30 – Parla Fabrizio Fileni, capo ultrà del Genoa, in merito alle immagini scattate fuori da un ristorante genoano in cui pranzava Criscito:E’ stata una situazione casuale, abbiamo saputo che quel giorno li’ in quel ristorante era presente un giocatore che giocava nel Genoa, Criscito, e sono andato a chiedere una risposta in merito a una partita di tre giorni prima, il derby Genoa-Sampdoria. Non sapevo che ci fosse anche Sculli, che all’epoca giocava nella Lazio. Mi sono recato li’ per chiedere spiegazioni e basta, sul comportamento della squadra durante la partita e su Milanetto che, al gol di Boselli, invece di festeggiare e’ venuto incontro a noi dandoci dei bastardi. Quando siamo andati li’ da Criscito, prosegue l’ultrà, lui si e’ diretto verso di noi dandoci la mano ma noi l’abbiamo rifiutata. Le foto riguardano altre indagini, non certo il calcioscommesse”.

14.35 – Le forze dell’ordine hanno perquisito anche l’abitazione di Daniele Corvia, attaccante del Lecce, così come avvenuto per Conte, Mezzaroma, Criscito e Pellissier.

13.50 – Ecco la ricostruzione dei fatti di Albertini: “Questa mattina alle 6.20 ho ricevuto la telefonata che mi preannunciava l’arrivo della polizia. Si sono presentate due macchine della polizia che hanno chiesto di consegnare un avviso di garanzia a Criscito, abbiamo dovuto svegliare il ragazzo. Alle 9.15 la polizia aveva terminato la procedura“, ha sottolineato Albertini, spiegando quanto avvenuto questa mattina a Coverciano.

13.05 – Domenico Criscito non farà parte della nazionale italiana ai prossimi Europei. A comunicarlo è Demetrio Albertini, vice presidente Figc: “il giocatore ha un altro obiettivo primario, quello di chiarire la sua situazione”.

12.30 – Ci sarebbero delle foto alla base dell’avviso di garanzia giunto a Convercianoper Mimmo Criscito. Il terzino sarebbe in compagnia di personaggi implicati nel caso-scommesse, oltre che con l’ex compagno al Genoa Giuseppe Sculli, la cui richiesta di arresto è stata momentaneamente respinta.

11.50 – Conte, fuori città al momento della perquisizione della polizia presso la sua abitazione, è rientrato immediatamente a Torino. Le porte di casa sua sono state aperte alle forze dell’ordine da Daniele Conte, fratello dell’allenatore bianconero.

11.06 – Criscito parla, e chiede di essere ascoltato: “Voglio essere sentito al più presto dai pm di Cremona, anche domani, per chiarire tutto”. Questo dopo l’avviso di garanzia giunto dalla procura di Cremora in ritiro a Converciano.

10.39 – Parla Andrea D’Amico, agente di Criscito. “Ho sentito Mimmo questa mattina ed è assolutamente tranquillo. E’ caduto dalle nuvole perché è totalmente estraneo a qualsiasi vicenda. I legali, prosegue l’agente Fifa, stanno lavorando affinché la magistratura possa ascoltarlo al più presto perché, non dimentichiamoci, che il nostro è un sistema garantista e sarebbe veramente un peccato se dovesse rinunciare agli Europei e poi magari, fra quindici venti giorni, tutto si risolvesse in una bolla di sapone. Il nostro auspicio e’ che possa essere chiarito tutto velocemente”.

10.22 – Il Presidente del Siena Mezzaroma sarebbe indagato dalla Procura di Cremona, già avviata la perquisizione presso la sua abitazione. Ad incastrarlo, le dichiarazioni di Carlo Gervasoni, il quale lo avrebbe coinvolto nei rapporti con gli “zingari” ungheresi in merito al pagamento di due giocatori di altre squadre, al fine di presunte combine.

Orazio Rotunno

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *