Redazione

Euro Report -11, la giornata del girone B

Euro Report -11, la giornata del girone B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

KHARKIV, 26 MAGGIO – A 2 giorni dalle prime amichevoli in preparazione a Euro 2012 è tempo di analisi per le squadre inserite nel girone B, il cosidetto ‘girone di ferro’. Tutte le 4 squadre non hanno convinto nel test effettuato nel weekend dove hanno collezionato risultati poco soddisfacenti, in alcuni casi, come quello di Mathijsen per l’Olanda, accompagnati da infortuni la cui entità sarà valutata nei prossimi giorni. Vediamo quindi nel dettaglio la situazione delle 4 nazionali inserite nel gruppo B.

GERMANIA –Legnate sì, ma era solo un test per rodare vecchi automatismi, possibilmente con una nuova messa a punto prima della competizione continentale. I teutonici sono ritornati sulla disfatta di Basilea, mostrando ostentato ottimismo per il primo vero impegno fissato per il 9 giugno contro i lusitani di Cristiano Ronaldo. Il caldo nel ritiro in Sardegna sembra aver appesantito gli uomini di Loew, il quale non fa drammi, allenamenti intensi e tanta fatica, in dieci giorni arriverà una condizione quanto meno accettabile. Intanto il 31 maggio i tedeschi affronteranno l’Israele, ultimo test utile per sperimentare nuove soluzioni, e un’occasione in più per inserire gradualmente la “comitiva”-Bayern, aggregatasi con doveroso ritardo. Da Mertesacker a Podolski, il coro è unanime: “nessuna tragedia, saremo pronti per gli appuntamenti ufficiali nonostante la debacle con i rossocrociati”.

OLANDA – La campagna portafortuna ideata da una famosa catena di supermercati olandase non sta funzionando per niente. Lo spot (che si può trovare facilmente sul web) ritrae i migliori giocatori della nazionale arancione alle prese con un simpatico pupazzetto a forma uccellino, il tutto accompagnato dalle note di una versione olandese de ‘il ballo del qua qua’. Come detto appunto la mascotte non sta facendo per nulla il suo dovere, visto che oltre alla sconfitta patita contro la Bulgaria nell’amichevole di sabato sera ad Amsterdam, Van Marwijk dovrà fare i conti anche con l’infortunio del difensore del Malaga Joris Mathijsen, rimediato dal centrale arancione proprio in occasione dell’amichevole persa a discapito dei bulgari. A quanto pare l’infortunio di Mathijsen non sembra essere particolarmente grave, ma gli esami strumentali chiariranno meglio la situazione nei prossimi giorni.

PORTOGALLO – Le speranze di ottenere un risultato positivo per la spedizione lusitana a Euro 2012 dipendono molto da Cristiano Ronaldo, l’unico fuoriclasse presente tra i giocatori convocati dal Commissario Tecnico portoghese Bento, che dopo il successo nella Liga deve tornare a pensare alla sua Nazionale che ovviamente si aspetta molto da un giocatore di simile caratura. Nell’amichevole disputata Sabato contro la Macedonia e terminata a reti bianche l’attaccante del Real Madrid non è apparso particolarmente brillante ed ha inciso poco nel gioco offensivo della sua squadra tanto che è stato sostituito al 29′ del secondo tempo da Varela. Si sa che le amichevoli di preparazione ai grandi eventi spesso lasciano il tempo che trovano però Bento farà bene a non trascurare il campanello d’allarme che la sterilità offensiva palesata contro i macedoni ha fatto scattare.

DANIMARCA – Dopo la sconfitta per 3-1 subita contro il Brasile il Commissario Tecnico dei danesi Morten Olsen sta valutando le possibili soluzioni ai problemi emersi dalla gara contro i sudamericani. Particolarmente preoccupante è risultato il rendimento del reparto arretrato che ha lasciato ampi spazi nei quali gli attaccanti carioca non hanno avuto difficoltà ad inserirsi per creare situazioni da rete pericolose. Decisamente negativa è risultata la prova del portiere Thomas Sorensen e del difensore centrale Daniel Agger che con le loro incertezze hanno contribuito a rendere insicura tutta la terza linea della Danimarca. Qualcosa da salvare invece negli altri reparti dove si è distinto Christian Eriksen, senza ombra di dubbio il migliore dei suoi e autore di qualche buon innesco in verticale a servire le punte. Un test dunque con più ombre che luci per gli uomini di Morten Olsen che dovrà necessariamente trovare qualche correttivo per evitare che l’Europeo della Danimarca, inserita nel girone di ferro con Germania, Olanda e Portogallo, si riveli decisamente in salita.

A cura di Carlo Alberto Pazienza, Mario Lorenzo Passiatore e Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *