Redazione

F1, GP di Monaco: vince Webber, Alonso in testa al Mondiale

F1, GP di Monaco: vince Webber, Alonso in testa al Mondiale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Mark Webber

MONTECARLO, 27 MAGGIO – L’australiano Mark Webber su Red Bull ha vinto il GP di Monaco, sesto appuntamento stagionale del Campionato di Formula 1. Alle sue spalle il tedesco Nico Rosberg su Mercedes, mentre a completare il podio la Ferrari di Fernando Alonso, che grazie a questo piazzamento si issa solitario in vetta alla Classifica piloti.

CONFERMATA LA REGOLA: CHI PARTE IN POLE VINCE – Webber quest’oggi ha contribuito a confermare una regola non scritta di questo GP: quasi sempre su questo tracciato cittadino chi parte dalla pole position e riesce a conservare la posizione in partenza, poi deve solamente gestire al meglio la gara per arrivare al successo. L’australiano, che è il sesto vincitore diverso su sei GP disputatesi quest’anno (record per il circus), ha condotto la gara senza troppi patemi, effettuando un solo pit stop e gestendo al meglio sia l’usura dei pneumatici che la leggera pioggia che ha caratterizzato la parte finale della corsa.

SCINTILLE AL VIA, POI DECIDONO LE SOSTE – Pronti via ed è subito bagarre, soprattutto per “merito” di Grosjean. Il francese prima mette i brividi alla Ferrari, toccando Alonso, poi centra Michael Schumacher ed infine va in testacoda coinvolgendo tra gli altri Kobayashi e De La Rosa, che subiscono i danni maggiori. Alonso comunque è come sempre lesto ad approfittarne e conquista la quarta posizione, alle spalle di Hamilton. La gara scivola via senza sorpassi, quindi sono la strategia dei pit stop a fare la differenza. E qui gli uomini in rosso si dimostrano decisivi: infatti è la tornata numero 28 quando rientrano sia Webber che Hamilton. Alonso rimane invece in pista per rientrare il giro successivo, per poi uscire dai box in terza posizione, proprio davanti nall’inglese. Vettel invece, nella speranza di recuperare posizioni, ha inizito la gara con le gomme soft, sperando nella pioggia, ma si è poi dovuto arrendere all’usura delle stesse, rientrando ai box quando era al comando. La sua mossa non è stata però vana, infatti rientrato in pista ha comunque beffato Hamilton e Massa, chiudendo al quarto posto.

ALONSO TIENE I PIEDI PER TERRA – Grazie a questo podio Alonso si porta in testa da solo nella Classifica piloti, a quota 76 punti, tre in più della coppia Red Bull Vettel e Webber. Queste le parole del ferrarista nel post gara: “L’obiettivo era di finire davanti a Vettel e ai rivali diretti nel Mondiale. Ora, gara dopo gara, devi concentrarti sempre su singoli rivali diversi, e adesso c’è anche Mark, ma la macchina sta crescendo. Al via ho avuto un contatto con Grosjean, io sono scattato benissimo, ero accanto a lui e puntavo al terzo posto, ci siamo avvicinati troppo e toccati, lui è andato in testacoda e io mi sono ritrovato 4°. Però dopo mi sentivo competitivo, la vettura era ok, ho superato Hamilton al pit stop e devo ringraziare la squadra per il gran lavoro fatto”.

ORDINE D’ARRIVO – 1.Webber; 2.Rosberg; 3.Alonso; 4.Vettel; 5.Hamilton; 6.Massa; 7.Di Resta; 8.Hulkenberg; 9.Raikkonen; 10.Senna; 11.Perez; 12.Vergne; 13.Kovalainen; 14.Glock; 15.Karthikeyan; 16.Button; 17.Ricciardo; 18.Pic; 19.M. Schumacher; 20.Petrov; 21.Kobayashi; 22.De La Rosa; 23.Maldonado; 24.Grosjean.

CLASSIFICA PILOTI – Alonso 76; Vettel,Webber 73; Hamilton 63; Rosberg 59; Raikkonen 51; Button 45; Grosjean 35; Maldonado 29; Perez 22, Di Resta 21; Kobayashi 19; Senna 15; Massa 10; Hulkenberg 7; Vergne 4; M. Schumacher, Ricciardo 2.

CLASSIFICA COSTRUTTORI – Red Bull 146; McLaren 108; Lotus, Ferrari 86; Mercedes 61; Williams 44; Sauber 41; Force India 28; Toro Rosso 6.

Prossimo appuntamento in Canada tra due settimane.

 

Armando Lupo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *