Redazione

Euro Report -12, la giornata del girone B

Euro Report -12, la giornata del girone B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

KHERKIV, 27 MAGGIO – Dopo le prime amichevoli le squadre del girone B hanno potuto trarre le prime indicazioni. La Germania è capitolata contro la Svizzera, il Portogallo ha faticato contro la modesta Macedonia e anche le altre dovranno rivedere alcune tattiche per poter migliorare dal punto di vista del gioco. Vediamo come se la passano oggi le componenti del gruppo B.

GERMANIA – Test raccapricciante quello degli uomini di Joachim Loew, cappottati dalla Svizzera capitanata dal tedesco Ottmar Hitzfeld. A Basilea i padroni di casa mettono alle corde fin da subito Klose e co. Derdiyok in due minuti affonda i panzer tedeschi, poi al 5’ del secondo tempo completerà l’opera, hattrick da quadretto e pallone a casa. Lichtsteiner e Mehmedi affievoliscono la ricca dose di autostima e portano il passivo a 5 gol. Hummels, Schurrle e Reus sono le risposte tedesche alla tempesta svizzera. Finisce 5 a 3 per i rossocrociati, galvanizzati per aver affondato nel rodaggio pre-europeo una pretendente al titolo. Non hanno preso parte all’amichevole i giocatori del Bayern, Neuer, Boateng, Lahm, Kroos, Muller e Gomez che hanno assistito comodamente dal divano alla disfatta dei compagni. Prove generali senza molti protagonisti a riposo dopo la nefasta finale di Champion’s. Test importante che servirà per sciogliere le ultime riserve, 27 in gruppo, 4 dovranno essere tagliati.

OLANDA – “Gli ultimi 30′ sono stati irritanti”. Queste le parole del ct olandese Bert Van Marwijk al termine della partita persa dall’Olanda per 2-1 contro la Bulgaria. Non inizia dunque col piede giusto la preparazione degli arancioni in vista di Euro 2012, battuti da una squadra modesta ma che ha giocato con il coltello fra i denti per non sfigurare davanti al pubblico dell’Amsterdam Arena. Dopo un buon primo tempo finito in vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Robin Van Persie, l’Olanda ha completamente mollato nella ripresa, prima subendo la rete del pareggio al 4′ grazie al rigore trasformato da Popov; poi permettenedo agl iavversari di portarsi in vantaggio al terzo minuto di recupero con la rete del bulgaro  Mizanski . Da segnalare la grande ovazione del pubblico all’ingresso del fantasista del Bayern monaco Arjen Robben.

PORTOGALLO – Nella sfida giocata ieri alle 18 il Portogallo di Paulo Bento e Cristiano Ronaldo si inceppa alla corta di una Macedona che sulla carta appariva come vittima sacrificale. Nonostante la presenza del Pichichi della Liga nell’undici iniziale la formazione portoghese non riesce a perforare la porta difesa da Bogatinov e l’incontro finisce a reti inviolate. Le occasione per i padroni di casa sono numerose ma la mira è imprecisa e la difesa macedone amministra le diverse circostanze nella maniera corretta. Bento non esce soddisfatto dallo stadio Pessoa e il CT portoghese deve ora puntare a migliorare la cattiveria negli ultimi sedici metri.

DANIMARCA – Il futuro di Nicklas Bentdner è ancora tutto da definire. L’attaccante danese, andato a segno ieri nell’amichevole contro il Brasile al 71‘, ha confermato le voci di un suo possibile addio all’Arsenal, dopo il ritorno dal prestito al Sunderland. Per il momento, il giocatore vuole pensare solo alla sua Nazionale e a fare del suo meglio nella competizione europea, ma conferma di avere avuto diversi contatti con altri club. Queste le sue parole: “Ho avuto la possibilità di parlare con altre società, ma non ho fretta di decidere quale sarà la mia prossima squadra. C’è ancora molto tempo da qua alla fine degli Europei”.

A cura di Mario Lorenzo Passiatore, Carlo Alberto Pazienza, Nicolò Bonazzi e Charlotte Trombiero

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *