Redazione

Palacio: “Sarebbe bellissimo giocare con il Pocho”

Palacio: “Sarebbe bellissimo giocare con il Pocho”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'argentino consiglia il difensore del Palermo Silvestre.

MILANO, 27 MAGGIO – E’ un Rodrigo Palacio raggiante. Il Trenza ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport le prime dichiarazioni da giocatori dell’Inter. Tanti i temi toccati: dal mancato arrivo nello scorso calciomercato, alla stretta di mano con Moratti con un occhio al futuro.

STRAMA, PUPI E IL PRINCIPE – L’arrivo di Palacio è il primo regalo di Massimo Moratti al suo allenatore Stramaccioni, grande estimatore dell’attaccante argentino: “E’ stato molto carino a chiamarmi dall’Indonesia. Anche Pupi Zanetti mi ha mandato un sms, mentre Diego Milito mi ha telefonato per dirmi in bocca al lupo. E’ una sensazione bellissima, sentire tutti così vicini ti fa sentire a casa. Sembra di stare in famiglia: un ambiente semplice che mi piace molto”.

ARGENTINTER – L’Inter si sta muovendo sul mercato e il Trenza dice la sua sull’affare Lavezzi: “Sarebbe bellissimo giocare anche con il Pocho. Ho conosciuto anche lui nella Seleccìon, il nostro rapporto è eccellente. Speriamo proprio che venga anche lui a Milano e non vada a Parigi. Sono curioso di conoscere i nuovi compagni: ce ne sono tanti bravi, compreso Pazzini che a Genova ho visto da vicino”. Un altro argentino che interessa all’Inter è il difensore del Palermo Matias Silvestre: “Con Matias ho giocato nel Boca, è un difensore molto forte e credo che sarebbe un ottimo acquisto”.

COME MILITO – La storia di Palacio è molto simile a quella del Principe Milito, arrivato all’Inter sulla soglia dei 30 anni: “E’ un precedente ben augurante. Vorrà dire che chiederò a Diego qual è il suo segreto. Scherzi a parte, non è pensabile segnare tanti gol come lui, ma sicuramente mi darà una mano. Con il Genoa ho eguagliato il mio record, 19. Anzi, 21 con quelli in Coppa Italia. Ma è meglio non fare troppi calcoli”.

 

Michele Lestingi

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *