Connect with us

Juventus

Calciomercato Juventus, Motta regalo di Natale. Torna Giaccherini?

Pubblicato

|

Emanuele Giaccherini con la maglia della Juventus
Beppe Marotta

Beppe Marotta cerca di portare Ibarbo alla Juveale.

Qualcosa si muove in casa Juventus. Concluso in bellezza il tormentone top player con la doppietta Llorente-Tevez, i bianconeri si muovono per rinforzare gli altri reparti a gennaio. E incredibile a dirsi, gli interventi di Marotta sembrano volersi indirizzare in una zona precisa: il centrocampo. Sembrerebbe paradossale, stante il fatto che proprio la mediana rappresenta il principale punto di forza dei Campioni d’Italia. I top player, in quella zona, si sprecano: Pirlo,Vidal, Marchisio, Pogba, Asamoah. Ma nella cerniera centrale gli elementi a disposizione di Conte sono pochissimi considerando i vari impegni della squadra. Asa infatti è dirottato in maniera fissa sull’out mancino, e quindi l’unica alternativa ai Magnifici 4 si chiama Simone Padoin. Urgono rinforzi, ed alla svelta. In tal senso si sta muovendo la dirigenza di Corso Galileo Ferraris: l’idea è quella di regalare a Conte un altro centrale di livello, forse due. Il primo è Thiago Motta, su cui il pressing sta aumentando giorno dopo giorno. Il secondo potrebbe essere un clamoroso ritorno: Emanuele Giaccherini. 

MOTTA A NATALE: MA PIRLO NON C’ENTRA – Andiamo con ordine. L’obiettivo Numero Uno sembra ormai esser stato individuato: Thiago Motta. Giocatore di livello internazionale, colonna di Barcellona ed Inter – in mezzo le esperienze con Atletico Madrid e Genoa – adesso in forza al Psg. Che vuole puntare forte su Marco Verratti al fianco dell’inossidabile Matuidi ed è entrato nell’ordine di idee di cedere l’italobrasiliano. A Conte piace parecchio, per tante ragioni. Grande temperamento, carisma, piedi ottimi. Un ragionatore in più, non un ragionatore al posto di un altro. Perchè l’eventuale arrivo di Motta non implicherebbe affatto la cessione di Pirlo, sempre più vicino al rinnovo. Motta sarebbe la ciliegina sulla torta di un centrocampo fortissimo che ha però qualche carenza a livello numerico. Può arrivare a cifre bassissime, mentre per l’ingaggio sarà necessario spendere. Le trattative procedono a gonfie vele.

NOSTALGIAK: CONTE SOGNA IL RITORNO DEL SUO PUPILLO – L’indiscrezione è clamorosa, ma abbiamo avuto le prime conferme. La Juventus sta pensando di riportarsi a casa Emanuele Giaccherini, soltanto qualche mese dopo la sua rocambolesca cessione al Sunderland. L’operazione è difficile, ma non impossibile. Lui, Giak, tornerebbe anche a piedi: in Premier League se la sta cavando, garantendo la solita dose di corsa, qualità e gol alla sua squadra. Ma la Juve è un’altra cosa: un conto è lottare per la salvezza in Inghilterra, un altro è giocare per tutti i titoli in quel di Torino. Le strade battute sono sostanzialmente due, con la formula del prestito come costante. Prima ipotesi: Giaccherinho torna a gennaio in prestito con diritto di riscatto, cifra da discutere. Seconda ipotesi: ritorno temporaneo, prestito secco per avere maggiore visibilità in vista del Mondiale. Conte ringrazierebbe, e parecchio: l’assenza di un elemento eclettico come l’ex cesenate si sta facendo sentire eccome. E del suo eventuale rientro alla base sarebbero entusiasti anche i tifosi bianconeri, che si sono affezionati al Soldatino Giak, giocatore di grande valore. Non rimane quindi che aspettare le prossime evoluzioni. Ma una cosa è certa: con Motta e Giaccherini, la Juve non avrebbe più problemi di coperta corta. 

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending