Connect with us

Calcio Estero

Ligue 1, i cinque migliori top delle prime tredici giornate

Pubblicato

|

Il logo della Ligue 1, il campionato francese
Edinson Cavani , doppietta nella vittoria del PSG contro il Bastia nella decima giornata di Ligue 1

Edinson Cavani, attaccante del Paris Saint Germain

Dopo le prime tredici giornate di Ligue 1, il Paris Saint Germain comanda la classifica con quattro lunghezze di vantaggio sul sorprendente Lilla, terzo il neopromosso Monaco allenato da Claudio Ranieri. Sorprendente quarta piazza per il Nantes, mentre il Lione partito in sordina sta recuperando pian piano con due vittorie nelle ultime due partite.

I CINQUE MIGLIORI TOP:

GUILLERMO OCHOA (AJACCIO) – Non potrà dire di essere il portiere meno battuto di Francia (lo è il collega Victor Enyeama del Lille con quattro gol subiti) ma Ochoa merita di essere in cima della montagna. Aver subito diciannove reti in una squadra come l’Ajaccio (c’è chi ha fatto peggio) non dice tutto del portiere messicano, capace in ogni match di regalare bellissime parate. Se Ravanelli può dire in giro di aver pareggiato a Parigi contro i campioni di Francia, dovrà ringraziare a vita Ochoa viste la quantità di parate industriali che ha mostrato annichilendo il collega Sirigu, battuto da un solo tiro in porta.

MARQUINHOS (PSG) – Il difensore arrivato sotto la torre Eiffel alla modica – si fa per dire – cifra di 35 milioni di euro, sta stupendo per il rendimento definito molto al di sopra delle attese. Non che a Roma avesse fatto male certo, ma sotto la guida di Laurent Blanc e con accanto il connazionale Thiago Silva, Marcos Aoás Corrêa ha già segnato tre gol in stagione (di cui due in Ligue 1) e a meno di nuovi clamorosi infortuni, continuando con questo ritmo potrebbe divenire il miglior difensore di questa Ligue 1 e guadagnarsi una bella convocazione nei mondiali di casa.

FLORIAN THAUVIN (OLYMPIQUE MARSIGLIA) – Campione del Mondo con Paul Pogba e Geoffrey Kondogbia con la Francia Under 20, questo giovane talento è passato nel mercato estivo dal Lille all’OM. Nonostante il brutto periodo che sta passando la squadra, con una sola vittoria nelle ultime cinque di campionato, Thauvin si sta dimostrando un prospetto più che interessante. La corsa e la grinta sono qualità molto importanti in un calciatore, abbinate poi al senso del gol che lo ha portato a realizzare due gol in campionato e uno in Champions al San Paolo contro il Napoli. Si sentirà molto parlare di questo ragazzo in futuro.

EMMANUEL RIVIERE (MONACO) – Perché scegliamo lui e non Radamel Falcao per il Monaco? Semplice, questo ragazzo di ventitré anni nessuno sapeva chi era fino a quando non lo si è visto stendere il Montpellier al Louis III con tre reti. Strappato nello scorso mercato di gennaio al Tolosa per quattro milioni di euro (uno dei colpi più economici del magnate russo Rybolovlev), ha già timbrato per sei volte il cartellino sulle nove partite disputate, formando con Radamel Falcao uno degli attacchi più forti di tutta la Ligue 1, secondo solo alla coppia Ibra-Cavani.

EDINSON CAVANI (PSG) – Tutti conoscono le doti da goleador dell’attaccante ex Napoli, considerato uno tra i cinque attaccanti più forti al mondo. Ma essere capocannoniere della Ligue 1 in questo Paris Saint Germain dove c’è un’altra primadonna (Zlatan Ibrahimovic ndr) e giocando per lo più da esterno non è semplice, nemmeno per chi è stato pagato oltre sessantatré milioni di euro.

E voi cosa ne pensate di queste scelte? Siete d’accordo oppure discostate completamente?

Mirko Di Natale

Twitter: @_Morik92_

SPORTS AGENCY SC24

Pubblicità

Facebook

BETCAFE24

Trending