Redazione

Giro, De Gendt scassa tutto sullo Stelvio. La cronometro di Milano deciderà la corsa rosa

Giro, De Gendt scassa tutto sullo Stelvio. La cronometro di Milano deciderà la corsa rosa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Per la maglia rosa tra Rodrigue e Hesjedal c'è il terzo incomodo: De Gendt. Basso delude

PASSO DELLO STELVIO, 26 MAGGIO – Il belga De Gendt, sorprendendo tutti, ha conquistato lo Stelvio con un vantaggio su Rodriguez e Hesjedal tale da aprire nuovi scenari sul finale del Giro. Domani l’ultima tappa a Milano: una cronometro che cambierà di nuovo l’aspetto della classifica generale. La 20/a tappa di oggi ha scosso la classifica generale: Basso è fuori dai giochi per la maglia rosa. Il capitano della Liquigas difficilmente recupererà nella crono di domani i 3 minuti e 18 secondi di ritardo dal leader Rodriguez. De Gendt con la sua meravigliosa azione risale di quattro posizioni in classifica generale a meno 2 minuti e 18 da Rodriguez e domani potrebbe far saltare il banco: il belga nella crono è il più forte dei primi quattro. Terzo Scarponi a 1 minuto e 51 secondi, dovrà stare attento a De Gendt: messa da parte la conquista della maglia rosa, Scarponi dovrà lottare tanto per conservare la terza posizione.

LA CORSA SULLO STELVIO – LEGGI LA DIRETTA

Diretta live dallo Stelvio, l’ultima grande montagna del Giro d’Italia. Sette corridori al comando: De Gendt, Cunego, Nieve, Cangert, Amador, Izaguirre e Zauq. I battistrada hanno appena iniziato la salita di 22,4 km che li porterà all’arrivo sulla cima più alta del Giro a 2757 metri. A 3 minuti e 50 secondi segue il gruppo maglia rosa con i migliori: Rodriguez, Hesjedal, Basso, Scarponi e Pozzovivo.

Si fanno sentire la fatica e i chilometri fatti sull’Aprica e il Mortirolo. Mancano 20 km alla fine i più duri non solo per le pendenze e la lunghezza dello Stelvio. La difficoltà maggiore della salita è l’altitudine, gli ultimi chilometri sono oltre i 2500 metri d’altezza. Respirare a quell’altitudine pedalando è davvero difficile.

Stelvio – Questa l’ordine di arrivo sullo Stelvio: De Gendt, Cunego a 55 “, Nieve a 2’49”, Rodriguez a 3’22”, Scarponi a 3’33”, Hesjedal a 3’35”

Stelvio – Rodriguez in un km recupera a De Gendt un minuto e venti secondi. Hesjedal arriva dopo 13 secondi.

Stelvio – La maglia rosa Rodriguez raggiunge Scarponi a meno 400 metri dall’arrivo. Hesjedal è piantato

Stelvio – Dopo sei ore e 54 minuti De Gendt taglia il traguardo dello Stelvio. L’aPrica, il Mortirolo, la neve e l’aria rarefatta dell Stelvio: l’azione di De Gendt è epica

Stelvio – De Gendt è prossimo al traguardo, il suo vantaggio dalla maglia rosa è sceso a 4’50”

Stelvio, meno 1 km – Scatto di Scarponi. Nessuno gli va dietro. Hesjedal e Rodriguez sono dietro a qualche decine di metri. Intanto De Gendt è all’ultimo km.

Stelvio, meno 2,3 km – Pozzovivo in difficoltà si stacca. Anche Basso non ce la fa.  Del gruppetto maglia rosa sono rimasti solo in quattro: Hesjedal, Scarponi, Rodriguez e Henao

Stelvio, meno 3,5 km – Il gruppo maglia rosa è passato al cartello dei 5km al traguardo. Hesjedal ora è davanti a tirare, sa di rischiare grosso.  Il vantaggio di De Gendt è sempre sui 5 minuti e 20 secondi

Stelvio, meno 4,7 km – De Gendt è virtualmente secondo a sedici secondi da Rodriguez. Se dovesse finire ora la tappa De Gendt avrebbe molte possibilità di vincere il Giro. A cronometro il belga è il più forte

Stelvio, meno 6,3 km – Fanno fatica Rodriguez e gli altri. Nel frattempo il belga De Gendt, un paio di km più su, è in un tratto più agevole. Il vantaggio del battistrada può ancora aumentare

Stelvio, meno 7,2 km – Se dietro non si muovono e non trovano un accordo, De Gendt che va come un treno può fare lo scherzetto. Aumenta il vantaggio del battistrada sul gruppo maglia rosa.

Stelvio, meno 8,4 km – De Gendt ha 5 minuti di vantaggio sul gruppo maglia rosa. Gli immediati seguitori: Nieve e Cunego sono a 50 secondi. L’azione di De Gendt è straordinaria: rischia di vincere il giro. De Gendt in classifica generale ha 5 minuti e 40 secondi dal leader Rodriguez.

Stelvio, meno 9,3 km – E’ il tratto più duro della salita. De Gendt è sempre più solo, probabilmente vincerà lui la tappa. Dietro nessuno si muove. Ad Hesjedal basta controllare, ma Rodriguez e Scarponi devono attaccare ora se vogliono sperare di vincere

Stelvio, meno 11,7 km – De Gendt allunga ancora. Nieve questa volta non riesce a stargli dietro. De Gendt è solo davanti. Seguono Nieve e Cunego a 15 secondi. Il gruppo maglia rosa è a 4’13”

Stelvio, meno 13,4 km – Cunego raggiunge De Gendt e Nieve. I battistrada hanno sempre 2 minuti e 25 secondi sul gruppo maglia rosa

Stelvio, meno 13,6 km – Ritmo degli uomini della Garmin è elevato. La Liquigas controlla. Scarponi è solo ma davanti c’è Cunego che potrebbe dargli una mano negli ultimi km.

Stelvio, meno 16 km – Nieve e De Gent, i battistrada, pedalano bene. Segue Cunego con Amador. Nel gruppo maglia rosa la Garmin è sempre davanti a tirare. Per gli scatti è ancora presto

Stelvio, meno 19 km – De Gent allunga di nuovo. Resiste solo Nieve. Cunego ha perso una decina di metri. Nel gruppo della maglia rosa, a 3’35”, la Garmin di Hesjedal è davanti a tirare.

a cura di Francesco Di Santi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *