Redazione

Euro Report -13, la giornata del girone B

Euro Report -13, la giornata del girone B
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

KHARKIV, 26 MAGGIO – A circa due settimane dall’inizio del campionato europeo per molte nazionali inizia il periodo del “rodaggio”: molte squadre sono impegnate in amichevoli anche extra europee per collaudare il gruppo di giocatori che sarà impegnato in Ucraina e in Polonia a partire dall’8 giugno. Ecco nel dettaglio la situazione odierna delle componenti del girone B.

GERMANIA – Dubbi che attanagliano, e nodi da districare prima della scadenza. Loew sembra aver sciolto almeno alcune riserve. Marco Reus, il gioiello di M’Gladbach l’avrebbe spuntata sul “brasiliano” di Stoccarda Cacau. Atmosfera rovente al quartier generale tedesco, Ozil vuole la finale, possibilmente da protagonista per invertire il trend, Germania finalista ma difficilmente sul trono. In serata per i tedeschi ci saranno le prime prove generali, affronteranno la Svizzera in amichevole, alla quale non prenderanno parte i giocatori del Bayern, aggregati al gruppo da due giorni appena, dopo la nefasta finale di Monaco. Test utile per sperimentare nuove soluzioni, di vitale importanza per  coloro che sono in ballottaggio, quattro dovrebbero essere tagliati fuori. Podolski, Reus e Ozil a supporto di Klose, questa la probabile batteria offensiva che proverà a minare le certezze elvetiche.  Ieri intanto, visita a sorpresa di Schumacher e Rosberg, che si sono presentati al ritiro tedesco nel tentativo di risollevare l’umore dei baversi, per i postumi della finale.

OLANDA – La squadra arancione continua la sua preparazione nel ritiro svizzero fino al 29 maggio: questa sera gli orange andranno di scena in un’amichevole contro la Bulgaria ma, nel mentre, Van Marvjik ha diramato le convocazioni ufficiali per Euro 2012. Ecco la lista completa: Portieri: Maarten Stekelenburg (AS Roma), Michel Vorm (Swansea City), Tim Krul (Newcastle United). Difensori: Kahlid Boulahrouz (VfB Stuttgart), Wilfred Bouma (PSV), John Heitinga (Everton), Joris Mathijsen (Malaga), Ron Vlaar (Feyenoord), Gregory van der Wiel (Ajax), Jetro Willems (PSV). Centrocampisti: Ibrahim Afellay (Barcelona), Mark van Bommel (AC Milan), Nigel de Jong (Manchester City), Stijn Schaars (Sporting), Wesley Sneijder (Inter), Kevin Strootman (PSV), Rafael van der Vaart (Tottenham Hotspur). Attaccanti: Luciano Narsingh (sc Heerenveen), Klaas Jan Huntelaar (Schalke 04), Luuk de Jong (FC Twente), Robin van Persie (Arsenal), Dirk Kuijt (Liverpool), Arjen Robben (Bayern München). Tagliati dal gruppone Sien de Jong, Anita, Lens e Maher.

PORTOGALLO – La squadra di Cristiano Ronaldo sarà impegnata a partire dalle 18.00 in un amichevole contro la Macedonia. Il test servirà più come sgambata vista il netto divario tecnico fra le due formazioni e il Commissario Tecnico portoghese Paulo Bento osserverà con molta attenzione tutti i suoi uomini per capire il modo in cui poterli utilizzare al meglio. Nel frattempo Martins deve abbandonare il ritiro e salterà gli Europei. Il polpaccio continua a far male e al suo posto è stato chiamato Hugo Viana del Braga.

DANIMARCA – Finisce 3-1 per il Brasile la partita giocata nel pomeriggio dagli uomini di Olsen. I pronostici erano tutti in sfavore della squadra biancorossa che alla fine non ha resistito alla potenza del proprio avversario. I verdeoro si presentano con un agguerrito tridente composto da Damiao, Lucas e Hulk ed è proprio quest’ultimo a portare in vantaggio il Brasile dopo soli 8′. Al 13′ Zimling insacca goffamente Sorensen e il Brasile raddoppia mentre ancora Hulk verso la fine della prima frazione porta sullo 0-3 il risultato parziale. Nella ripresa il gol della Danimarca arriverà soltanto al 71′ con Bentdner ben servito in profondità da Zimling. Olsen ha voluto testare molti giocatori e ha presentato la sua squadra con il 4-2-3-1 con Krohn-Dehli, Eriksen e Schone alle spalle di Bentdner unica punta. La coppia di centrali composta da Agger e Kjaer potrebbe dare garanzie, ma contro una big come il Brasile dovrà rivedere qualche meccanismo per migliorare.

A cura di Carlo Alberto Pazienza, Mario Lorenzo Passiatore e Nicolò Bonazzi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *