Orazio Rotunno

Buffon-choc: ” Giustificabile accordare partite “

Buffon-choc: ” Giustificabile accordare partite “
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

TORINO, 26 MAGGIO – Una nuova, clamorosa dichiarazione di Buffon giunge in queste ore. Se le affermazioni post caso-Muntari avevano diviso l’Italia, fra chi chiedeva maggiore onestà al capitano della nazionale e chi reputava impossibile un gesto simile a certi livelli, questa volta il buon Gigi corre in soccorso del suo mister, in merito al presunto coinvolgimento di Conte nel calcioscommesse.

GIGI, USCITA AZZARDATA E DIFESA AD OLTRANZA – Che l’intenzione fosse quella di difentere il proprio allenatore ed ex compagno è ben noto ed apprezzabile. La modalità fa discutere: “Se a due squadre va bene un risultato sono affari loro. A volte, pensandoci bene, cosa devi fare? In alcuni casi si dice: meglio due feriti che un morto. Penso che ogni tanto sia anche giustificabile fare qualche conto”. In un periodo dove la ferma condanna di quanto emerso dall’estate scorsa ad oggi deve rappresentare la sola strada percorribile per recuperare la dignità di un calcio italiano ormai alla rovina dopo gli scandali da Calcipoli ad oggi, parole come quelle espresse dal simbolo della nostra nazionale gettano benzina su di un fuoco che invece ha solo bisogno di spegnersi quanto prima. Il nostro calcio ha perso la sua immagine a livello mondiale negli ultimi anni; resta da chiedersi se tanta apertura mentale fosse condivisa dal portierone all’epoca del “biscotto” fra Svezia e Danimarca, che eliminò gli azzurri dall’Europeo 2004.

TOMMASI ED ABETE IN DIFESA DEL PORTIERE – Arrivano immediati i messaggi di appoggio del Presidente dell’ AIC Damiano Tommasi e Giancarlo Abete, Presidente della Figc. Per l’ex romanista ” Gigi cerca di spiegare il suo pensiero senza peli sulla lingua. Soprattutto in questo periodo, dove non ci sono partite, le parole che non riguardano il campo, fanno rumore. Credo che le sue intenzioni fossero quelle di spiegare ciò che è sotto gli occhi di tutti. Una competizione di lunga durata vive anche sul pareggio di una singola partita“. Sulla stessa lunghezza d’onda Abete, secondo cui “dalle parole di Buffon emerge chiaramente che una cosa è la necessità di vincere o pareggiare, altro è l’accordo, che non è accettabile. È chiaro che l’impegno della singola partita è diverso dall’impegno per raggiungere un obiettivo prefissato a inizio stagione”. Anche Diamanti in conferenza stampa ha difeso il suo capitano; insomma una grande copertura per il Gigi Nazionale comunque tra i pochi non ipocriti, capace di dire con schiettezza e sincerità il suo pensiero, aldilà di false diplomazie.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *