Redazione

Lazio, il tecnico per la prossima stagione sarà un grande nome

Lazio, il tecnico per la prossima stagione sarà un grande nome
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

ROMA, 25 MAGGIO – A pochi giorni dal termine del campionato sta entrando sempre più nel vivo il calcio mercato con le società che prima di tutto devono definire le guide tecniche per la prossima stagione. In quest’ottica non fa eccezione la Lazio del Presidente Lotito che, dopo il divorzio da Edy Reja, si sta guardando attorno per scegliere prima possibile il nuovo allenatore. La dirigenza biancoceleste sembra sempre più orientata a scegliere un tecnico straniero, che abbia notevole esperienza internazionale e grande carisma, doti queste ultime indispensabili per pensare di poter gestire un gruppo che avrà come obiettivo il consolidamento nelle posizioni di vertice del calcio italiano.

I CANDIDATI PRINCIPALI – La rosa dei candidati tra cui verrà scelto il nuovo allenatore della Lazio è ampia e comprende innanzitutto Luis Van Gaal, attualmente senza squadra dopo il termine dell’esperienza con il Bayern Monaco. Il tecnico olandese possiede le caratteristiche cercate da Lotito però richiede un investimento notevole che potrebbe spegnere sul nascere gli entusiasmi laziali in vista di un suo ingaggio. Piacciono anche Didier Deschamps e Fatih Terim che però sono sotto contratto rispettivamente con Olympique Marsiglia e Galatasaray mentre nelle ultime ore ha preso vigore la candidatura di Carlos Dunga, che non ha mai negato la possibilità di poter allenare un giorno in Italia. L’ex giocatore tra le altre di Fiorentina e Pescara dopo aver guidato dal 2006 al 2010 la nazionale brasiliana è stato al timone nel 2011 dell’Al Rayyan, società del Qatar, per una breve esperienza che rimane la sola come allenatore di squadre di club. Il profilo di Dunga si sposerebbe in pieno con l’identikit del tecnico cercato da Lotito e andrebbe a caratterizzare sempre più una Lazio di stampo carioca insieme ai probabili nuovi acquisti Ederson, centrocampista in arrivo dal Lione, e Breno, difensore attualmente in forza ai vice campioni d’Europa del Bayern Monaco. Inoltre l’allenatore brasiliano avrebbe un ingaggio decisamente alla portata, aspetto questo a cui Lotito da sempre è molto sensibile.

LE POSSIBILI SOLUZIONI ALTERNATIVE – Tuttavia la società biancoceleste continua a seguire altre piste vagliando tutte le possibili soluzioni per una scelta che sarà determinante per l’esito della prossima stagione. Non sono quindi cadute del tutto le candidature di Roberto Di Matteo, fresco campione d’Europa con il Chelsea che però non convince in pieno il patron Abramovich, di Walter Mazzarri, che si incontrerà a giorni con De Laurentiis e potrebbe anche lasciare Napoli, e di Gianfranco Zola, che continua ad essere associato alla Lazio anche se in maniera più defilata rispetto allo scorso Febbraio quando era ad un passo dal sostituire Reja alla guida della squadra. Non riscuotono molto credito i nomi di Gigi Del Neri, Walter Zenga e Gianpiero Gasperini mentre un eventuale ritorno di Zeman sarebbe salutato con entusiasmo da una piazza che non ha dimenticato il gioco spumeggiante e spettacolare garantito dalla sua presenza in panchina. Grande suggestione c’è poi intorno al nome di Roberto Baggio, che alcune indiscrezioni vedono sulla panchina biancoceleste il prossimo anno per un colpo di grande fascino che regalerebbe alla Lazio notevole visibilità e ritorno di immagine.

Tanti nomi quindi per una scelta fondamentale per la prossima stagione della squadra laziale. Lotito come di consueto tiene tutti sulla corda, per poter avere un’ampia gamma di soluzioni e poter quindi optare per il tecnico migliore per la sua Lazio. Ancora pochi giorni e tutto sarà chiarito e potrà quindi avere inizio la fase dedicata alla costruzione del gruppo che nella prossima stagione dovrà ben figurare in campionato e in Europa League.

a cura di Mauro Leone

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *