Redazione

Finalmente l’onda rosa! Oro Europeo per la 4×200 stile libero

Finalmente l’onda rosa! Oro Europeo per la 4×200 stile libero
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

DEBRECEN, 24 MAGGIO – Grande risposta del nuoto italiano al femminile alla doppietta maschile ottenuta da Scozzoli e Paltrinieri nei giorni scorsi agli Europei di nuoto di Debrecen: le ragazze della 4×200 sl strappano la medaglia d ‘oro alle rivali ungheresi grazie ad una spettacolare prova offerta in ultima frazione da Federica Pellegrini capace di recuperare 1”60 alla magiara Katinka Hosszu chiudendo in 7’52”90.

 TRIONFO ROSA – La Federica nazionale non ha però ottenuto questo grande risultato in solitaria, ma ponendosi alla guida di una meravigliosa squadra di giovani terribili formata da Alice Nesti (’89), Alice Mizzau (’93) e Diletta Carli (’96). Le 4 ragazze hanno condotto un’ottima gara stabilendo tutte tempi inferiori ai 2 minuti coronati dalla solita prestazione eccezionale della Pellegrini che ha annichilito le avversarie stampando un 1’55”33. La medaglia giunge inaspettata poichè maturata in una specialità che non ha mai visto la nazionale azzurra trionfare nelle competizioni internazionali. Straordinaria la festa delle ragazze italiane che, capitanate da una Pellegrini entusiasta che domani comincerà il suo Europeo individuale, hanno manifestato tutta la loro gioia. Seconda medaglia per la staffetta al femminile che lunedì nella distanza più breve aveva conquistato un ottimo bronzo grazie al quartetto Alice Mizzau, Federica Pellegrini, Erica Buratto, Erika Ferraioli.

DOPPIO ARGENTO – Giornata ricca di soddisfazioni per il nuoto azzurro che ha ottenuto due prestigiose medaglie europee grazie agli argenti conquistati da Mirco di Tora nei 50 dorso -disciplina non olimpica- con 24”95, battuto in finale dall’ israeliano Jonatan Kopelev e da Arianna Barbieri nei 100 dorso in 1’00”52 preceduta dalla tedesca Jenny Mensing. Ottimo risultato per l’atleta 23enne originaria del Padovano che può adesso coltivare il suo sogno olimpico, in virtù del pass conquistato nelle batterie in 1’00”26, nuovo record italiano

RE MAGNO – Torna a primeggiare in campo europeo l’ex bicampione del mondo Filippo Magnini, quarto agli ultimi europei disputati a Budapest nel 2010, che si qualifica per la finale dei 100 sl con il secondo tempo in 48”84 dietro solamente al transalpino Amaury Leveaux. Termina 5° l’atleta del ’93 Flavio Bizzarri nei 200 rana e 6° Francesco Pavone nei 200 misti. La delusione della giornata viene da Ilaria Bianchi che, dopo aver ottenuto la qualificazione per le Olimpiadi in batterie, viene squalificata in semifinale dei 100 delfino per aver superato i 15 metri di apnea. Una delusione attenuta dall’ottima prestazione dell’altra portacolori azzurra che nella stessa gara ottiene la qualificazione per la finale con un ottimo quarto tempo, prestazione che l’atleta azzurra spera di migliorare nel sogno di una medaglia europea, straordinario coronamento di una vita di sacrifici sportivi.

Angelo Chilla

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *