Redazione

Andrea Guardini batte Cavendish, la 18/a tappa del Giro è sua. Rodriguez in rosa ma arrivano le Alpi

Andrea Guardini batte Cavendish, la 18/a tappa del Giro è sua. Rodriguez in rosa ma arrivano le Alpi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Andrea Guardini vince la 18/a tappa del Giro

VEDELAGO, 24 MAGGIO – Andrea Guardini batte in volata Mark Cavendish nell’ultima tappa del Giro disponibile per i velocisti, da San Vito di Cadore a Vedelago. Vanificati i pronostici della vigilia che volevano il campione del mondo inglese vincitore della volata. L’italiano della Farnese, al debutto al Giro d’Italia, ha battuto Cavendish nell’unico modo possibile: anticiparlo nello sprint. Ai 250 metri al traguardo con un ottimo cambio di ritmo, Andrea anticipa Cavendish, quest’ultimo un po’ stanco per la volata in salita al traguardo volante, e va a vincere con una bici di vantaggio sul campione del mondo. Joaquim Rodriguez mantiene la maglia rosa, ma dovrà stare attento, perché i vari Basso, Scarponi, Hesjedal, ci proveranno già domani a strappargli il primato.

LA PRIMA FINALE – La 19/a tappa di domani sarà la prima delle tre finali che decreteranno il vincitore del Giro. Si parte da Treviso, 198 km, 5 GPM e arrivo in salita all’Alpe di Pampeago. Si passa dal primo GPM a Sella di Roa: 7 km al 6,5% di pendenza media, si scende e di nuovo su verso il GPM a Passo Manghen: una salita di 21km con pendenze medie del 7,5% e strappi del 15%, poi giù diritti all’inizio della scalata di 10 km al 9,7% al Passo Pampeago. Si rilassano le gambe per 8 km in discesa, si “scollina” il Passo Lavazé per andare in picchiata al 190° km ai piedi dell’ultima salita che porta all’arrivo sull’Alpe Pampeago, uno strappo di 7,7 km al 9,8% di pendenza media con un muro al 16%. Quella di domani è una delle tappe più dure del Giro. Chi vorrà vincere la corsa rosa dovrà stringere i denti e soprattutto dovrà osare qualcosa di più.

a cura di Francesco Di Santi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *