Connect with us

Focus

Tevez-Llorente, la coppia più bella di Vinovo

Pubblicato

|

Carlitos Tevez, alla ricerca del primo goal in Champions con la Juventus
Fernando Llorente titolare contro la Fiorentina al Franchi

Fernando Llorente titolare contro la Fiorentina al Franchi

Forse “la coppia più bella del mondo” sarebbe azzardato, ma almeno a Vinovo da qualche giorno funziona così. Tevez e Llorente si riprendono la Juve e affinano un’intesa che potrebbe portarli a diventare quel riferimento offensivo che ai bianconeri è tanto mancato nelle ultime 2 stagioni, seppur finite sempre festeggiando. Due corpi e una mente. Due bomber e un gioco. Due attaccanti e un modulo. Anzi, due. Anzi, infiniti, perchè, come i numeri dei cellulari iniziano sempre con il 3, allo stesso modo le formazioni della Juve saranno destinate a finire con Tevez, Llorente. O se preferite invertite l’ordine, il risultato, si augura Conte, non cambierà.

Tra baionette… Hanno fatto scalpore le mitragliatrici esibite in maniera ludica da Tevez e Pogba a Firenze. Anzi, i tifosi juventini ne sono certi: hanno anche portato sfortuna. Allora serviva qualcuno che usasse la baionetta, ed ecco Llorente. La celebre arma con il coltello agganciato al fucile è di origine basca, proprio come Llorente, e prenderebbe il nome da una città di quella porzione della Spagna. Llorente dopo i gol esulta con rabbia, a braccia aperte. Ma se dovesse mostrare un’arma la baionetta sarebbe fantastica. Un fucile pronto anche a colpire come arma da taglio. Un arma capace di fare tutto, come Llorente.

…e conquistadoresCarlitos Tevez invece di Spagnolo non ha nulla, a parte la lingua. Ha invece tutto del conquistadores, gli spagnoli che volevano colonizzare il Sud America nel post 1492. Ha fatto il percorso verso: l’argentino che vuole conquistare l’Europa. Passo dopo passo. Prima l’Italia, poi verrà il tempo delle cose fatte in grande, magari in copp(i)a. Ma Tevez entra nel cuore dei tifosi, è in condizioni da urlo e infatti fa urlare lo Stadium. Che si innamora.

E per la prima volta si innamora di una coppia. Come ai tempi di Del Piero – Trezeguet, come una Juve ormai passata. Tevez e Llorente hanno tantissima strada ancora da fare, ma le premesse ci sono. Si capiscono, sono complementari e Antonio Conte, dopo un periodo di esperimenti venuti meno anche per problemi fisici degli altri attaccanti, forse ha qualche certezza in più. Perchè Tevez e Llorente per il momento non sono null’altro che un fuoco di paglia, che ha ancora tutto da dimostrare. Ma il tempo è dalla loro parte, e se continuano così sarà difficile separarli. La coppia più bella del mondo. O meglio, la coppia più bella di Vinovo. Un passo alla volta, anzi: due passi alla volta.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending