Jacopo Gino
No Comments

Premier: vincono Manchester United, Arsenal e Tottenham. Si ferma il City

La squadra di Pellegrini beffata dal Chelsea al 90'. Tre punti anche per Liverpool e Southampton

Premier: vincono Manchester United, Arsenal e Tottenham. Si ferma il City
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La nona giornata di Premier League va in archivio: l’immagine di copertina non può essere che la pazza esultanza di Mourinho dopo il gol del definitivo 2-1 di Torres al 90′ contro il Manchester City: lo Special One che si butta in mezzo ai suoi tifosi per esultare con loro è un’immagine che rimane impressa nella mente e che testimonia il feeling tra il Vate di Setubal e il club londinese.

CHELSEA-MANCHESTER CITY

Sergio Aguero, stella del Manchester City

Sergio Aguero

Il big match di questa giornata di Premier vede impegnate il Chelsea di Mourinho e il Manchester City di Pellegrini: entrambe le squadre sono reduci da trasferte importanti in Champions League, la squadra londinese ha vinto nettamente in Germania per 3-0 contro lo Schalke 04, mentre il Manchester City ha faticato non poco a Mosca, vincendo alla fine per 2-1 contro il CSKA. La partita si sblocca al 33′: Torres se ne va in azione solitaria sulla destra, sfonda la linea difensiva, superando Clichy fin troppo facilmente, e mette in mezzo un pallone da spingere solo in fondo al sacco; puntuale arriva infatti Schürrle che segna il gol del momentaneo vantaggio. I due titani continuano a studiarsi e, dopo 5 minuti dall’inizio della ripresa l’infallibile Aguero (dopo la doppietta in Champions) supera un non impeccabile Peter Cech con una bomba sul primo palo e riporta il punteggio in parità. Il match continua a divertire su alti livelli finché non succede l’incredibile: al 90′ infatti su un pallone innocuo Nastasic e Hart non si capiscono, ad approfittarne è pronto Torres, veramente scatenato in questo match, che segna il gol del definitivo 2-1. E’ festa sugli spalti dello Stamford Bridge, con l’invasione di campo a parti invertite nel finale: nessun tifoso entra in campo, è lo stesso Mourinho che si alza dalla sua panchina e si butta letteralmente in tribuna per esultare con  i suoi tifosi.

I MATCH DELLE BIG

Olivier Giroud, attaccante dell'Arsenal

Olivier Giroud con la maglia dell’Arsenal

Approfittando dello stop del Manchester City, le altre big della Premier vincono e consolidano la loro lotta per le zone alte della classifica: l’Arsenal batte 2-0 il Crystal Palace fuori casa con le reti di Arteta (su rigore al 47′) e Giroud (all’ 87′) e mantiene la vetta della classifica a 22 punti; il Liverpool vince in casa per 4-1 contro il West Brom (tripletta di Suarez e gol di Sturridge per i padroni di casa e gol della bandiera di Morrison su rigore per gli ospiti)  e si porta a quota 20 punti insieme al Chelsea; il Tottenham batte di misura l’Hull City (con gol su rigore di Soldado all’ 80′) e sale solitario a quota 19, seguito dal Southampton che supera in casa per 2-0 il Fulham (reti di Lambert e Rodriguez) a 18 punti insieme all’Everton. Il Manchester City rimane fermo a quota 16 e viene avvicinato dai cugini dello United che vincono soffrendo per 3-2 contro lo Stoke City (Van Persie, Rooney e Hernandez per la squadra di Moyes, Crouch e Arnautovic per lo Stoke). In fondo alla classifica il Sunderland targato Italia con 4 punti, davanti solo al Crystal Palace fermo a 3.

LA CLASSIFICA 

Arsenal 22, Chelsea 20, Liverpool 20. Tottenham 19, Southampton 18, Everton 18, Manchester City 16, Manchester United 14, Swansea 11, Hull City 11, Newcastle 11, Wba 10, Aston Villa 10, Fulham 10, West Ham 9, Cardiff City 9, Stoke City 8, Norwich City 8, Sunderland 4, Crystal Palace 3.

Jacopo Gino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *