Connect with us

Buzz

Zaza tutela il sonno dei tifosi, Pato si dedica al nonno e Bale si perde a Paperopoli

Pubblicato

|

Simone Zaza, deludente come tutto il Sassuolo contro il Genoa.

Tridente d’eccezione per la quarta puntata de “Gli sfigati del lunedì”! Protagonisti di oggi sono infatti Simone Zaza, capace di mangiarsi un gol incredibile in una delle partite più brutte degli ultimi dieci anni, Alexandre Pato, autore di un orribile cucchiaio in Corinthians-Gremio, e Gareth Bale, impegnato nella  sventurata esperienza madrilena. Ma andiamo con ordine!

Ezequiel Schelotto, centrocampista del Sassuolo, fa quello che avrebbero dovuto fare tutti i 22 in campo

Ezequiel Schelotto, centrocampista del Sassuolo, copre il viso per la vergogna

CHE CECCHINO!  – Catania-Sassuolo è uno di quei match che un appassionato del bel calcio non dovrebbe mai guardare. Novanta minuti di orrori, tiri in tribuna, sbadigli e manco l’ombra di un gol. Difficile individuare un migliore in campo, molto più semplice trovare il peggiore: si parla di Simone Zaza! Il promettente attaccante del Sassuolo ha dato sfoggio ieri del suo infallibile senso del gol, facendo quello che in pochi sarebbero stati capaci di fare. Minuto numero 86: il nostro eroe ha un’occasione per sbloccare l’incontro. Lancio lungo di un compagno, e in un attimo eccolo solo, davanti ad Andujar. Prima stoppa bene il pallone, poi supera il portiere argentino con un ottimo dribbling, trovandosi la porta spalancata. Infine? Gol? Macché! La punta valuta in un attimo la situazione, ritiene che non sia il caso di svegliare il pubblico addormentato del Massimino, e così decide di sparacchiare fuori il pallone, regalando il giusto esito ad una partita che avrebbe dato spunti alla Gialappa’s per ore e ore di trasmissioni.

Datevi all’ippica!

Alexandre Pato, l'incompreso

Alexandre Pato, l’incompreso

NON TRASCURATE I NONNI!– Dalla Sicilia al Brasile, la sfiga valica i confini europei e sbarca in Sud America! Questa volta si parla di Alexandre Pato, ex attaccante del Milan, che nella sfida di mercoledì scorso di Copa do Brasil tra Corinthians e Gremio si è trovato davanti un altro ex calciatore brasiliano dei rossoneri, il quarantenne Nelson Dida. La partita è molto equilibrata, nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento e  il risultato finale si decide ai tiri di rigore. L’ultimo penalty si trova proprio sui piedi del povero Pato, che, impietosito dall’età avanzata di Dida, schierato di fronte a lui nella speranza, apparentemente vana, di parare ancora un pallone a quell’età,  decide di imboccarlo teneramente con un dolce cucchiaio, che finisce lentamente tra le mani del portiere.  Il rispetto per i nonni è fondamentale, e Pato in questo è stato un maestro. Ma non tutti la pensano così in Brasile: il “colpo di genio” dal dischetto è costato al Corinthians la qualificazione alla semifinale, i tifosi  non vogliono più saperne del Papero, e non mancano un’occasione per farglielo capire. Povero Pato!

La prossima volta tiralo meglio!

Gareth Bale

Gareth Bale

PAPERONE O PAPERINO? – Il palcoscenico dell’ultimo episodio è eccezionale: Barcellona, Camp Nou. Lo stadio ha ospitato due giorni fa il grande clásico del calcio spagnolo , Barcellona-Real Madrid. Uno dei protagonisti più attesi era Gareth Bale, sbarcato quest’estate in Spagna a suon di milioni, diventando l’acquisto più costoso della storia del calcio. Ci si aspettava da lui giocate spettacolari e gol a raffica, e invece si sono visti finora solo infortuni e prestazioni più scadenti di quelle offerte da Thierry Henry ai tempi della Juventus. Sabato, schierato da Ancelotti in un’ improbabile posizione da falso nueve, è arrivata l’ennesima insufficienza, seguita dalle critiche dei tifosi del Real e da alcune (folli) voci di mercato che lo vorrebbero già lontano da Madrid. Arrivato con l’etichetta da Paperone (guadagna più di 11 milioni all’anno), rischia di andarsene con quella da Paperino, più impegnato a leccarsi le ferite tra una sventura e l’altra che a giocare. Tanti auguri Gareth!

Crisi d’identità a Paperopoli!

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending