Connect with us

Tennis

ATP Basilea: Federer in semifinale

Pubblicato

|

Roger Federer è ancora una volta in finale a Wimbledon

Re Roger

L’aria di casa può essere quella giusta per regalarsi una gioia all’interno dell’anno più deludente della propria carriera, e Roger Federer prova a conquistarsela pur dimostrando tutti i limiti di una stagione surreale: nell’ATP 500 di Basilea il fuoriclasse svizzero approda in semifinale battendo Grigor Dimitrov, uno dei tanti suoi possibili eredi, in 2 set: 6-3 7-6(2). Continua così la corsa all’ennesimo titolo casalingo ma soprattutto alla qualificazione alle finali ATP, dove è clamorosamente a rischio eliminazione.

LA PARTITA – Reduce dal primo trofeo ATP (Stoccolma, vittoria in rimonta sul numero 5 David Ferrer) Grigor Dimitrov ha iniziato in maniera spedita il torneo di Basilea, ma ai quarti si è ritrovato di fronte il suo mito: Roger Federer. Si è trattato del primo incontro fra i 2, spesso accostati come talento e tipo di gioco: se lo svizzero vive un anno abbastanza travagliato, il bulgaro lotta contro la sua immaturità tennistica e la sua tenuta mentale, motivi ostativi di un’esplosione continuamente rinviata. La partita di ieri, tutto sommato, conferma entrambi i momenti: Federer vince ma non convince, e per Dimitrov ciò è un’aggravante considerando anche che quest’ultimo nel primo set rischia di andare sopra 3-0 grazie alle amnesie dell’elvetico. Cinque palle break nel secondo gioco e una serie di errori però non sono sufficienti a Dimitrov per fare il salto di qualità ed ecco che puntuale arriva la rimonta e la chiusura del primo set sul 6-3.

Nel secondo set Dimitrov fa di peggio: subito un break e ben 3 set point sul 5-3 (servizio Federer) ma ancora una volta manca l’acuto decisivo e Roger torna in partita, annullandole e togliendo il servizio all’avversario nel gioco successivo. Si arriva così al tie break in cui però lo svizzero domina lasciando solo due punti all’avversario: Federer chiude con appena il 56% di prime in campo ma un diritto che sale di tono con l’avanzare del match.

ROGER E GRIGOR, CONFERME E LIMITI – Federer è ora atteso dalla semifinale col giovane canadese Pospisil, che ha eliminato il croato Dodig ma che soprattutto palesa una concentrazione superiore a quella dell’ultimo avversario. Lo svizzero ha vinto solo un torneo in stagione, l’ATP 250 di Halle, e deve clamorosamente inseguire una qualificazione alle finali ATP essendo scivolato nel ranking mondiale. La vittoria del torneo di casa regalerebbe credenziali importanti non solo per la classifica ma anche per il morale, tuttavia per vincere il trofeo ed essere competitivo con i primi 8 del mondo serve ben altro. Per Dimitrov ennesimo esame sviluppato con lo stesso copione: tanto talento, partenze sprint ma errori banali e perdita di concentrazione sui punti importanti. Arrivato a 22 anni, giovane ma non più bambino, il bulgaro deve decidere cosa fare da grande: diventare un campione o essere annoverato fra le tante promesse mai mantenute.

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending