Connect with us

Serie B

Serie B, undicesima giornata: la presentazione

Pubblicato

|

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cesena
Pasquale Marino

Reggina-Pescara apre stasera alle 20.30 l’undicesima giornata di Serie B. La sfida del “Granillo” mette di fronte due compagini che è eufemistico definire deluse dall’avvio di stagione: i calabresi hanno appena cambiato guida tecnica (Castori al posto di Atzori) mentre gli abruzzesi, solo otto punti in dieci gare, hanno quasi esaurito il bonus di fiducia concesso a Pasquale Marino, la cui sorte potrebbe dipendere proprio dall’anticipo in riva allo Stretto.

Il Lanciano, capolista solitaria ormai da diverse settimane, ha vinto anche a Crotone e scavato un primo solco, seppur di soli due punti, tra sé e le più immediate inseguitrici. Ce n’è abbastanza per convertire un fuoco fatuo in una fiammella perpetua: attenzione però al Padova di Bortolo Mutti, ringalluzzito dal successo sulla Juve Stabia e deciso a scendere al “Biondi” per far punti.

In un turno avaro di scontri diretti il match clou, se non altro per la somma dei punti, è Palermo-Varese, con i rosanero esaltati dal successo in inferiorità numerica conseguito nella notturna a Siena e i lombardi desiderosi di riguadagnare un po’ di terreno dopo il ko patito a Empoli. I toscani sono scena a Castellammare in un testa coda che promette scintille contro una Juve Stabia assetata di punti salvezza; l’altra runner-up, il Cesena, fa visita lunedì sera a un Novara che perdendo a Terni ha acuito la crisi e messo ancor più in discussione la posizione di Alfredo Aglietti. L’altro posticipo, quello di martedì sera, vedrà opposte al “Tombolato” Cittadella e Avellino, due delle realtà più positive di questo primo scorcio di campionato.

Difficile impegno esterno per il Crotone, atteso al riscatto sul terreno di una Ternana che sembra uscita dalla crisi di gioco, risultato e morale nella quale sembrava essere piombata: la sfida del “Liberati” è un esame per entrambe le compagini, un po’ come pure Spezia-Modena, scontro tra pretendenti ai play-off.

In coda promette scintille il match tra Bari e Trapani: al “San Nicola” è vietato perdere soprattutto per i pugliesi, che alla sconfitta rischiano di fare l’abitudine dopo ben quattro rovesci consecutivi. Il Carpi ospita il Latina, sempre più lanciato dopo l’avvento in panchina di Roberto Breda nonostante l’impressionante scarsezza di gol fatti e subiti; completa il programma la partita del “Rigamonti” tra Brescia e Siena.

Antonio Forina

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending