Redazione

Palacio, l’ultimo acquisto dell’Argentinter

Palacio, l’ultimo acquisto dell’Argentinter
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L'Inter può contare sei argentini all'interno della sua rosa.

MILANO, 24 MAGGIO – L’Argentina e l’Inter, la storia di una nazionale e di un club che si intrecciano indissolubilmente. L’arrivo di Palacio è soltanto l’ultimo tassello di una “tradizione” che sarebbe cominciata molto tempo prima, nel lontano 1995 quando un giovanotto di belle speranze di nome Javier Zanetti approdò per la prima volta in Italia. Quel ragazzo di 22 anni, nella buona e nella cattiva sorte, seppe fare sua quella squadra correndo e combattendo. La tempra morale di quell’uomo, il suo attaccamento alla società che aveva creduto in lui e il lavoro quotidiano convinse in qualche modo l’entourage nerazzurro a puntare sui giocatori della seleccion albiceleste. La bontà di quell’affare si ripercuote ancora oggi: fu in quel momento che l’Inter iniziò il processo di trasformazione che la portò ad essere Argentinter.

TOP & FLOP – In questo momento, escludendo Palacio, l’Inter può contare ben 6 giocatori argentini all’interno della sua rosa: J.Zanetti, Samuel, Cambiasso, Alvarez, Zarate (prestito) e Milito. Quest’ultimo, come alcuni dei nomi citati precedentemente, ha scritto pagine importanti della storia nerazzurra riportando a Milano una coppa che mancava da 45 anni. Nel corso degli anni, tuttavia, non tutti gli argentini sono stati sinonimo di qualità: Guly, Kily, Burdisso e Solari sono solo alcuni dei nomi che hanno più tradito le attese.

FUTURO ALBICELESTE – Non solo Palacio. L’Inter continuerà a tingere di albiceleste il suo futuro. Le trattative per arrivare a Lavezzi e a Silvestre fanno capire quale sia la volontà della società, ossia di puntare sulla colonia argentina. In Europa c’è solo un angolo di Sudamerica, si chiama Argentinter.

 

Michele Lestingi

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *