Orazio Rotunno
No Comments

Inter, parla Thohir: eccitato ed innamorato, a gennaio porta Osvaldo?

Il nuovo azionista di maggioranza si dice "eccitato" della nuova Inter, conferma Mazzarri e attende con ansia gennaio per "innamorare" i tifosi neroazzurri

Inter, parla Thohir: eccitato ed innamorato, a gennaio porta Osvaldo?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Il magnate

Il magnate Thohir

Erik Thohir parla già da Presidente, o da primo tifoso, che dir si voglia. in attesa di capire chi coprirà il ruolo, per lo più di rappresentanza, l’indonesiano lancia messaggi e gesti d’amore verso il suo nuovo “gioiellino“. In attesa del Cda che ratifichi il tutto, si lavora sotto traccia per il mercato di gennaio: i botti sono pronti, il primo nome è già caldo. Pablo Daniel Osvaldo, stufo della Premier e con un posto da titolare pronto in neroazzurro.

IN TEMPO DI MITRA SPUNTA OSVALDO, IL BATI DI THOHIR – Avrebbe seguito l’Inter a tutti costi, restando sveglio sino all’alba per non perdersi nemmeno un minuto della sua prossima “creatura“. Constatato che non si alza presto per andare in cantiere, il tycoon indonesiano manda messaggi d’amore ai tifosi promettendo impegno e progettualità: bocca cucita sul mercato in attesa del Cda fissato ed anticipato al 25 ottobre, ma l’entusiasmo sembra alle stelle. Moratti ha parlato di un Thohir versione “fidanzato assillante“, tempestandolo di messaggi in continuazione per conoscere l’esito in tempo reale del match ed esprimendo a più riprese le sue emozioni. “Torino-Inter è stata una partita emozionante. Sono rimasto incollato allo schermo quasi fino all’alba. In dieci contro undici meritavamo di vincere“, queste le sue parole in esclusiva alla Repubblica. E’rimasto colpito dal temperamento della squadra, dal carattere del suo allenatore e dal gioco espresso, ben lontano da quello catenacciaro del passato. E’ ben informato, scaltro ed intelligente Erik Thohir: che si parli di campo, mercato o famiglia. “C’è un bell’equilibrio tra chi ha qualche anno in più e l’entusiasmo dei giovani. Cambiasso e Campagnaro danno sicurezza, come Handanovic, anche se ha solo 29 anni. Ma alle loro spalle c’è l’energia di Juan Jesu, Taider, Icardi e Belfodil, il futuro“. Un mix vincente, secondo il nuovo azionista di maggioranza, che potrebbe arricchirsi sin da gennaio di un mitragliere d’eccezione: quell’ Osvaldo furioso già stufo della Premier e del suo fascino poco caliente e troppo british. Protagonista della nuova era interista, in attesa del Mondiale in Brasile: un prologo niente male per l’eccentrico ex romanista.

Mazzarri non si tocca, anche perchè se avesse intenzione di farlo non sarebbe mossa intelligente gridarlo ai quattro venti proprio ora: il tecnico toscano gode di fiducia immensa, da parte di Moratti e tifosi, meglio non inimicarsi alcuno quando si entra in casa d’altri, anche se presto diverrà la “tua“. Un’ultima battuta sulle prime indiscrezioni emerse circa la famiglia di Thohir, soprattutto per quanto concerne la fede juventina di suo figlio:  “Sono un padre aperto. E in famiglia rispettiamo le idee di tutti. Sul calcio, poi, non andiamo d’accordo quasi su niente“.

Storie di tutti i giorni, di padri e figli: storia, un termine caro a Thohir, al quale vorrebbe legare il proprio nome indissolubilmente. Da Presidente dell’Inter. 

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *