Manlio Mattaccini
No Comments

Papu Gomez sbotta: “In Ucraina non ci sto più”. Scatta l’asta

Il talento argentino vola col suo Metalist nel campionato ucraino, ma già sente il bisogno di nuove sfide: tanta nostalgia per la Serie A

Papu Gomez sbotta: “In Ucraina non ci sto più”. Scatta l’asta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Alejandro Gomez con la maglia del Catania

Alejandro Gomez con la maglia del Catania

In quel caldo pomeriggio assolato di agosto il saluto al Catania, squadra che lo ha lanciato nell’orbita pallonara, e alla Serie A. Dopo pochi mesi, quel doloroso addio oggi potrebbe valere un arrivederci, a presto. Alejandro Gomez, noto al grande pubblico come El Papu, già medita di fare le valigie dal Metalist Kharkiv per rituffarsi in un’avventura professionale più consona al suo talento. E, perchè no, tornare nel campionato italiano che ne ha ammirato le qualità. Ma c’è una clausola rescissoria di 12 milioni di euro che rappresenta, al momento, un deterrente non da poco. Ma le “corteggiatrici” dell’estate, sono avvisate.

IN UCRAINA CON FURORE E…DENARI – Gomez, 25 anni, arriva al Catania nell’estate 2010 direttamente dal San Lorenzo per 3 milioni di euro. Un argentino sconosciuto ai più ma con garanzia speciale di Lo Monaco, ex direttore sportivo dei rossazzurri. Un crescendo di prestazioni, assist e gol spettacolari che nel corso delle tre stagioni nel nostro campionato lo hanno reso un idolo per la tifoseria etnea, e oggetto di desideri da parte delle big (Inter su tutte). Nell’estate appena trascorsa l’offerta giusta, per le casse di Pulvirenti, e per il conto in banca del giocatore, arriva dai poco blasonati ucraini del Metalist. “Non vedo l’ora di giocare la Champions”, dichiarò al suo arrivo. Ma la sospetta combine con il Karpaty Lviv costa alla sua neo squadra l’esclusione dai preliminari di Champions da parte dell’Uefa. Un boccone amaro prima ancora d’iniziare l’antipasto.

FUGGIRE SI, MA DOVE? – Il Metalist in patria vola in classifica, complice anche una partenza a rallentatore di Shaktar e Dinamo Kiev, ma questo non sembra soddisfare Gomez. “E’ un campionato di basso livello, ma noi possiamo vincerlo. Mi manca molto la Serie A”. Milan, Fiorentina e Roma gongolano, ma l’esborso economico non sarà indifferente. E non tramonta del tutto la possibilità di un suo ritorno sotto l’Etna. Anche se, queste cifre sono totalmente fuori dalla portata dei siciliani. Ma il cuore è sempre rimasto lì. “Sento la nostalgia di Catania e del Belpaese. A gennaio sentirò il mio agente e valuteremo le offerte dalla serie A. Le ascolteremo tutte”.

L’Italia è avvisata, Gomez vuole tornare.

Manlio Mattaccini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *