Connect with us

Milan

Milan, ufficiale l’acquisto di Rami dal Valencia

Pubblicato

|

Adil Rami

Dopo l’anticipazione dei giorni scorsi arriva ora l’ufficialità del passaggio di Adil Rami al Milan, prestito con diritto di riscatto a giugno fissato a 7 milioni di euro a favore del Valencia.

SUBITO IN GRUPPO – Dopo aver sostenuto le visite mediche la scorsa settimana, Adil Rami ha ottenuto dal Valencia il permesso di raggiungere fin da subito il ritiro rossonero e cominciare ad allenarsi insieme ai suoi nuovi compagni in attesa di gennaio, data in cui potrà ufficialmente iniziare la sua avventura rossonera in campo. I termini esatti del contratto del difensore francese non sono stati resi noti anche se si tratterebbe di un accordo della durata di 4 anni con un ingaggio tra i 2,5 e i 3 milioni di euro. Il Milan non è nuovo a queste operazioni, tesserare giocatori per il mercato invernale facendoli allenare fin da subito con la squadra per facilitarne l’ambientamento: in passato questa strategia pagò grandi dividendi con Alexandre Pato e Thiago Silva, a disposizione dell’allora tecnico rossonero Ancelotti sei mesi prima del loro effettivo debutto in campionato.

Mexes e Zapata, chi lascerà il posto a Rami?

Mexes e Zapata, chi lascerà il posto a Rami?

CHI RISCHIA? – L’acquisto di Rami va senza dubbio a rinforzare un reparto difensivo in grossa difficoltà, minato ulteriormente da infortuni e dalla lunga squalifica di Philippe Mexes: se il valore del francese convincerà a pieno Massimiliano Allegri allora qualcuno dovrà iniziare a temere per il suo posto da titolare in squadra. Indiziato numero uno è al momento Zapata che non è riuscito a confermare quanto di buon fatto solo 3 anni fa all’Udinese, prima della sfortunata avventura al Villareal conclusasi con una clamorosa retrocessione. La caratura tecnica di Rami si dovrebbe facilmente accoppiare alla grinta e alla determinazione di Mexes, garantendo al Milan una valida alternativa nel ruolo di difensore centrale fino ad ora affidata alla sola presenza di Bonera, dando centimentri, chili e respiro tecnico ad una retroguardia distratta e senza un uomo di vera personalità a guidarla.

Andrea Bonfantini

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending