Orazio Rotunno
No Comments

Inter, tutto in 60 giorni:calendario favorevole, calciomercato no-stop

I neroazzurri hanno due mesi di tempo per capire che campionato sarà il primo sotto la Presidenza di Thohir: in attesa del mercato di gennaio che già scuote l'ambiente ed i sogni dei tifosi

Inter, tutto in 60 giorni:calendario favorevole, calciomercato no-stop
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Radja Nainggolan con la maglia del Cagliari

Radja Nainggolan con la maglia del Cagliari

Dopo aver affrontato in appena sette giornate Roma, Juventus e Fiorentina, l’Inter ha l’occasione di “respirare” e tuffarsi in due mesi che la vedranno opporsi a squadre di medio-bassa classifica sino al prossimo 15 dicembre quando sarà l’ora dell’accoppiata Napoli-Milan alla vigilia di Natale. Occasione ghiotta per fare punti ed inanellare una serie di vittorie per avvicinarsi alla zona-champions ed alle tre di testa: ma soprattutto, per capire che Inter sarà quella che Thohir rinforzerà sin da gennaio.

MERCATO SOFT O HARD, TUTTO DIPENDE DAI PROSSIMI 2 MESI – 8 partite, obiettivo-rimonta a portata di mano e calendario favorevole: sulla carta, perchè anche negli anni più bui la Serie A, avrà perso appeal rispetto alle dorate Premier e Liga, ma ha sempre conservato quell’equilibrio ed imprevedibilità che non lo hanno mai scalzato dal gradino più alto del podio nella classifica dei campionati più difficili al mondo. Ecco dunque che l’Inter si appresta ad un filotto di partite per nulla impossibili, ma con attenzione e cura di ogni dettaglio come nelle prime 7 dove la squadra, per stessa voce degli avversari, avrebbe probabilmente meritato di avere qualche punto in più in classifica. Una critica riservata a Mazzarri nel suo periodo sotto il Vesuvio era quella di raccogliere pochi punti rispetto al previsto con le piccole: in realtà le statistiche parlano di un 78% di punti portati a casa rispetto ai totali a disposizione. Con questa media nelle prossime 8, l’Inter totalizzerebbe 6 vittorie ed un pareggio. Un bottino niente male, che dovrebbe consentire agli uomini di Thohir (fa un po’effetto ma è così) di recuperare terreno sulle tre di testa, o quanto meno su una di lor. Perchè l’obiettivo, seppur mai esposto pubblicamente, è quello di ritrovare il terzo posto e quella Champions sfuggita nelle ultime 2 stagioni. Difficile ad oggi, considerando la Juve impossibile da immaginare fuori dalle prime 3 alla fine dell’anno, un Napoli uscito quasi rinforzato dall’addio di Cavani ma soprattutto una Roma capace di vincere ogni partita giocata. E proprio i giallorossi hanno fatto saltare il banco e i pronostici di inizio anno.

Ecco perchè fare bene nelle prossime 8 partite sarà fondamentale per convincere e stimolare la nuova proprietà ad intervenire da subito, e pesantemente, sul mercato di gennaio: dovesse arrivare alle sfide con Napoli e Milan pre-natalizie ad un passo dalla terza piazza, l’entusiasmo e la fiducia per una Champions a portata di mano dovrebbe portare Thohir, sulla scia anche di una “spinta popolare“, ad investire su nomi importanti. E non parliamo di Isla o Cannavaro (visto anche il buon rendimento di Jonathan e Rolando sino ad ora), ma di Nainggollan e chi lo sa, magari di uno fra Verratti e Lavezzi. Difficilissimo l’italiano, quasi impossibile l’ex Napoli a meno che il Psg non piazzi un colpo da 90 in attacco nella finestra invernale.

Se Thohir vuol fare colpo sulla nuova “fidanzata“, gennaio sarà la sua occasione per far centro: o comincerà a rimpiangere la sua “ex“.

Orazio Rotunno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *