Connect with us

Football

Milan, Galliani e Allegri infuriati con la squadra

Pubblicato

|

Massimiliano Allegri, allenatore del Milan
Adriano Galliani, a.d. del Milan

Adriano Galliani, a.d. del Milan

La sconfitta del Milan in amichevole contro il Caen non solo ha fatto impallidire i tifosi ma infuriare anche il tecnico dei rossoneri, Massimiliano Allegri e l’a.d. del Milan Galliani che non riescono a comprendere l’atteggiamento che la squadra ha tenuto in Francia.

SCONFITTA INGIUSTIFICATA – Una prova sotto la soglia della decenza: perché non si possono spiegare i primi 45 minuti in cui il Milan ha subito due gol e se non fosse stato per Gabriel che ha salvato la porta altre tre volte, il passivo sarebbe stato peggiore. Bisogna ammettere che i rossoneri erano privi sia dei nazionali che dei numerosi infortunati, presentandosi allo stadio d’Ornano con otto Primavera, di cui due in campo (Rondanini e Mastalli) ma è pur vero che il Caen gioca nella serie B francese e non poteva esserci una sconfitta del genere. Il tecnico toscano subito dopo la prestazione dei suoi avrebbe detto: “E queste sono le seconde linee che pretendono di giocare?!?”. In seguito ad un colloquio interno, il tecnico e l’a.d. dei rossoneri avrebbero deciso di prendere importanti decisioni e non sarebbe escluso anche un ritiro punitivo a Milanello per preparare la prossima partita di campionato che vede il Milan fronteggiare l’Udinese.

AVVIO DELUDENTE – Ovviamente non è stato solo il risultato dell’amichevole a far infuriare tifosi e società, Galliani in primis, ma l’avvio di campionato deludente che vede il Milan ad 8 punti dopo 7 giornate e con il piazzamento in Champions già a rischio, dato che avanti corrono. Oltre al risultato, ciò che preoccupa è proprio l’atteggiamento della squadra durante i 90 minuti. Il reparto che ha deluso maggiormente è la difesa che è stata perforata 13 volte dall’inizio del campionato, con una media di quasi 2 gol a partita. Solo Bologna e Sassuolo hanno fatto peggio. Allegri, in vista del match di sabato sera, dovrà chiedere a Zapata di fare gli straordinari. Il colombiano è ancora impegnato con la propria nazionale e sarà di ritorno solo giovedì sera, esattamente a 48 ore dal match di San Siro. Anche  Matias Silvestre e Daniele Bonera, anche se non si sono ripresi del tutto dall’infortunio potrebbero far parte della  partita. In ogni modo ciò che l’allenatore chiede ai suoi è di lottare e di essere concentrati fino all’ultimo. Per questo Galliani pensa che il “ritiro punitivo”, anticipato a giovedì sera, sia un modo per far capire ai giocatori di dover cambiare registro al più presto possibile.

Arianna Scarozza

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending