Connect with us

Moto Gp

Marc Marquez: alla scoperta del nuovo Dottore

Pubblicato

|

Marc Marquez-SportCafe24

Il giovanissimo spagnolo Marc Màrquez classe ’93,  sta stupendo tutti nel suo anno da rookie in MotoGp. Primo posto nella classifica piloti e titolo mondiale a portata di mano, molti lo paragonano a Valentino Rossi per stile di guida e per mentalità vincente: il Dottore è pronto a cedergli lo scettro.

Marc Marquez, è lui l'erede del Dottor Rossi

Marc Marquez, è lui l’erede del Dottor Rossi

IL NUOVO “DOTTORE” – Marc Marquez si sta confermando sempre più come candidato principale al titolo di MotoGp centrando Domenica a Sepang il quattordicesimo podio su 15 gare, con 5 vittorie. Il Catalano non è più il giovane fenomeno dalle belle e rosee speranze, ma un pilota d’elite che nel suo anno da rookie sta battendo ogni record ( più giovane di sempre a centrare una pole position e vincere una gara in MotoGp) e che sembra possa essere la risposta definitiva a su chi fosse il vero erede del leggendario Valentino Rossi. Lo stesso pilota di Tavullia ha sempre indicato Màrquez come suo possibile successore: ” Marquez è l’unico a 19 anni che  ha vinto tanto quanto avevo vinto io e non è esagerato dire che può essere il nuovo Rossi. Vedremo come gli andrà in MotoGp.” Queste erano le parole del Valentino nazionale il 12 Novembre 2012 dopo che Marquez, all’epoca fresco vincitore del titolo mondiale 250, vinse il Gp di Valencia dopo essere partito dalla ultima posizione e aver compiuto la bellezza di 32 sorpassi, cosa mai accaduta prima nelle storia delle due ruote. Circa le previsioni di Rossi, Marquez sta vivendo una prima stagione MotoGp da sogno dove, come suddetto, potrebbe molto verosimilmente vincere il titolo iridato guidando la classifica piloti a quota 298 punti con 3 gare rimanenti ed un vantaggio di 43 punti su Jorge Lorenzo,  battendo nella voce Albo d’oro  il Dottore il quale riuscì a vincere il titolo ex 500 al suo secondo anno. Entrambi però hanno vinto sia in 125 che in 250  meno che ventenni.  Guardando oltre le statistiche, i due sono accomunati da uno stile di guida molto aggressivo, coraggioso e spettacolare, al limite del consentito, ma  mai scontato e rinunciatario. Eloquente è il sorpasso spettacolare  che Marquez ha rifilato a Rossi sul circuito di Laguna Seca il Luglio scorso  all’altezza della curva  “Cavatappi”,  esattamente dove, e con le quasi identiche modalità, nel 2008  l’8 volte campione del mondo sorpassò l’allora rivale Casey Stoner. Per il Dottor Rossi sembra davvero giunta l’ora di passare il testimone.

Simone Gianfriddo

 

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending