Connect with us

Buzz

Gli sfigati del lunedì: la econda puntata

Pubblicato

|

Tifosi assistono a Danimarca-italia

Quanti doni dai nostri sfigati in questo weekend! No, non è la settimana di Natale, Babbo Natale potrà star tranquillo per altri due mesi, tanto ci pensano i protagonisti del nostro calcio a farli per lui!

UNA BIRRA PER I DANESI – Che generosi questi italiani, tanto buoni da ringraziare per i regali ricevuti anche ad anni di distanza! La Danimarca nove anni fa ci fece dono di un enorme “biscotto”, prodotto in collaborazione con i cari amici svedesi, tanto grande e buono da risultare indigesto per i poveri italiani, costretti ad abbandonare anzitempo l’Europeo in terra portoghese. Il 2 a 2 prodotto dalla sfida “bizzarra” tra scandinave mandò ai quarti le due squadre, lasciando l’Italia davanti ad una tv a mangiare zuccheri e grassi saturi, compromettendone la linea per diverso tempo. Gli azzurri ricordano bene quel momento, e hanno deciso venerdì scorso di ricambiare il biscottone con un altro 2 a 2, stavolta nella sfida diretta tra le due squadre. Anche in questo caso l’Italia, così come fece Cassano contro la Bulgaria quel giorno,  ha segnato nei minuti di recupero, arrivando ad un pari sostanzialmente inutile per noi, ma terribilmente pesante per i danesi, rimasti ora con un piede e mezzo fuori dal Brasile. Una birra ghiacciata buttata in faccia ai nordici con il pallino dei dolci, costretti ora a gettarsi tra le braccia dell’alcool per dimenticare. Poveri!

Beveteci sopra e basta con i dolci!

Sfigati: Mbaye Niang, attaccante del Milan

Sfigati: Mbaye Niang, attaccante del Milan

LA DISFATTA DI CAEN – Restando in tema di doni, chi ha deciso di farsi un regalo da sfigati per una domenica indimenticabile è il Milan. Non pago dell’incredibile andamento in campionato, degno dell’Eroica Inter di Marco Tardelli o della Grande Juve di Gigi Maifredi, è andato ieri a cercar fortuna in terra francese, precisamente a Caen. Trascinato da un Niang, ex di turno, in grande spolvero (ehm…), il Milan è stato capace di prendere tre gol da una formichina del calcio europeo, che davanti ai rossoneri è sembrato essere un team di invincibili. Tre a zero il risultato finale, passivo che sarebbe potuto essere molto più pesante se non ci fosse stato in porta il brasiliano Gabriel, estremo difensore brasiliano della Primavera, terzo nelle gerarchie dopo gli insuperabili Amelia e Abbiati ( ieri assente perché impegnato nei festeggiamenti per celebrare mezzo secolo di contributi all’INPS). Che figurone!

Povero Diavolo!

Sfigati: Balotelli si concentra in allenamento

Sfigati: Balotelli si concentra in allenamento

MARIO, MARIO! – Non se la passa meglio la stella dei rossoneri, Mario Balotelli. Fine settimana “perfetto” per il Bad Boy, capace di dispensare balotellate un po’ per tutti, nessuno escluso. Convocato in Nazionale da Prandelli nonostante ne avesse fatte di tutti i colori nell’ultimo periodo, ha prima cercato la “fuga” dal ritiro per un dolorino all’adduttore, poi, convintosi, con un impeto di generosità,  di fare dono gradito all’Italia restando in gruppo a curarsi, ha fatto discutere per un tweet polemico contro chi l’avrebbe voluto testimonial anti-camorra a Quarto, e poi prendendo a colpi una telecamera di Mediaset che lo seguiva. Insomma, Mario non si è fatto mancare nulla e ha fatto dono a tutti del suo “genio” fuori dal campo, come sempre. Un weekend da vero sfigato, che avrebbe potuto risparmiarsi, e risparmiarci, senza grande fatica.

Finiscila Mario!

Antonio Casu (@antoniocasu_)

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending