Connect with us

Prima Pagina

Serie B: pari Spezia all’ultimo secondo, Reggina, colpo grosso

Pubblicato

|

Il bomber Ebagua

É subito spettacolo nell’apertura del nono turno di Serie B, che si prospetta incandescente e pronto a non far rimpiangere l’assenza della Serie A. Già sette le reti segnate in appena due partite di grande calcio, nella giornata aperta dal 2-2 tra Spezia e Brescia e momentaneamente chiusa dal ritorno alla vittoria della Reggina del traballante Atzori su un Empoli troppo morbido e caduto a 5′ dalla fine al Granillo.

SPEZIA-BRESCIA 2-2 – Subito tantissime emozioni nel primo anticipo di serie B: Liguri al controllo del match, rondinelle in attesa del contropiede giusto per pungere: è questo il tema di una sfida che sigilla spesso e volentieri Arcari, esibito in tre grandi interventi in avvio di gara. Protagonista assoluto è l’ex Verona Emanuel Benito Rivas, che spazia pericolosamente su tutto il versante offensivo, rischiando più volte di portare in vantaggio i suoi. Vantaggio, meritato, che arriverà nella ripresa quando Sansovini, d’esperienza, guadagna un rigore spalle alla porta, forse anche piuttosto generoso. Dal dischetto va lo stesso numero nove che con potenza, centralmente, sblocca dopo 55′ di pressing asfissiante. La partita si addormenta e il Brescia ne approfitta con un uno-due terrificante. Prima è Scaglia ad inventare da trenta metri una parabola rasoterra che beffa Valentini, anticipato anche qualche minuto più tardi quando Tommaso Coletti infilerà il primo centro in Serie B con un diagonale solo deviato verso la porta dall’ex Lanciano. Stroppa non ci sta: esce Sansovini, spazio a Borghese pronto a travestirsi da centravanti aggiunto su cui far ricadere tutti gli spioventi alti. E la mossa paga dopo un amen. Lancio lungo, lo stesso gigante di Basilea appoggia di sponda per Osarimen Ebagua che controlla e lascia partire un siluro che fa esplodere la gioia del Picco, ad un passo dall’esultanza completa, quando lo stesso Ebagua al 94′ trova dinanzi a sé ancora il muro Arcari e Bovo, su corta ribattuta, spedisce fuori un gol già fatto, chiudendo una gara dai mille volti che i bianconeri avrebbero meritato di vincere e che invece sono riusciti ad agguantare solo nei minuti di recupero.

REGGINA-EMPOLI 2-1– Nella serata di serie B, Atzori ha un solo risultato per evitare di perder la panchina: la vittoria. L’Empoli deve dar seguito ai tre punti guadagnati sul Modena, ripartendo dal terreno calabrese che provoca subito qualche insidia. Perché se Maccarone cerca di scaldare con qualche tiro dalla distanza i guantoni a Benassi, di fatto inoperoso, il primo vero episodio lo firma Gerardi che si inserisce, tagliando tutta l’area di rigore, e impatta la conclusione sulla traversa. Il pallone varca la linea e rientra in campo, ma il direttore di gara lascia erroneamente proseguire. Ma Gerardi non molla, e dopo una prima frazione priva di tante occasioni, sblocca in apertura di ripresa con un diagonale che trafigge gli azzurri. Ma i toscani non ci stanno e Pucciarelli, con uno stop a seguire meraviglioso, buca la difesa amaranto e incrocia all’angolo più lontano per il pareggio. La gara adesso è emozionante, entrambe hanno voglia di portare a casa i tre punti, che pendono, però, dalla parte dei padroni di casa quando Maicon osserva lo spiraglio centrale per Valerio Foglio, che sbuca alle spalle di tutti e insacca con potenza e precisione.

Marco Fornaro

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending