Vincenzo Galdieri
No Comments

Barcellona, gennaio ‘italiano’: Pellè, Klose o Trezeguet

Martino a caccia di un Numero 9 puro: sul suo dorato taccuino innumerevoli riferimenti alla Serie A

Barcellona, gennaio ‘italiano’: Pellè, Klose o Trezeguet
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
David Trezeguet, ex Juventus: assieme al laziale Klose e l'italiano Pellè è in corsa per il ruolo di bomber al Barcellona

David Trezeguet, ex Juventus: assieme al laziale Klose e l’italiano Pellè è in corsa per il ruolo di bomber del Barcellona

Ebbene si, il Barcellona vuole una prima punta. Non è uno scherzo: avete letto bene. I maestri del gioco palla a terra, con tanti giocatori rapidi e brevilinei a dividersi il palcoscenico, hanno deciso che un bomber di razza pura potrebbe anche entrare a far parte del club più ambito del momento. Ma come, da loro non erano stati ‘aboliti’ i Numero 9 classici? Non avevano fatto un’eccezione soltanto per un certo Ibrahimovic, salvo poi rispedire al mittente pure lui? Si, è tutto vero. Ma i tempi sono cambiati. Il Guardiolismo è finito quest’estate, quando si è insediato sulla panchina catalana un nuovo allenatore, che nulla ha a che fare con le gestioni precedenti: El Tata Martino. Nulla… beh, proprio nulla in realtà no. Il suo modo di far giocare la squadra non è poi cosi diverso dai suoi predecessori. Martino è un uomo intelligente e sa che il Barcellona non necessita affatto di rivoluzioni: di cambiamenti, quello si. Ed uno storico cambiamento è all’orizzonte. Storico per quanto riguarda la storia recente, s’intende. Martino vuole una prima punta. Una di quelle ‘vere’. Grosso, alto e col fiuto del gol: uno cosi. E le prime scelte sono tutte ‘italiane’. Nel senso che i tre uomini nel mirino Barça hanno a che fare in qualche modo col Belpaese: chi più chi meno, chi prima chi dopo. Pellè, Trezeguet e Klose: da questa rosa uscirà forse il nuovo bomber dei campioni di Spagna. Ah però…

IL TEDESCO DI CASA NOSTRA – Il nome più appetibile sembra essere quello di Miroslav Klose. Ha il profilo perfetto per Martino: esperienza internazionale ai massimi livelli, carisma, fiuto del gol, professionalità. Un campione vero, che a Barcellona potrebbe tranquillamente mettersi in discussione accettando di partire dalla panchina. Il suo contratto con la Lazio va in scadenza nel 2014, ma con un’offerta di 3-4 milioni Lotito potrebbe anche pensare di liberarlo ottenendo un’importante plusvalenza (arrivò a parametro zero dal Bayern). L’unico potenziale problema è rappresentato dal Mondiale: Klose vuole giocare per arrivare in forma con la Nazionale e nel top club per eccellenza questo non potrà essergli garantito. Ma il Barcellona rimane comunque difficile da rifiutare.

IL FRANCESE CHE CONQUISTO’ CASA NOSTRA – C’è un’altra opzione suggestiva e porta al nome di David Trezeguet, attualmente grande protagonista nel campionato argentino. Martino lo conosce bene ed è convinto possa essere ancora un giocatore decisivo ad alti livelli. Per David si tratterebbe di una grande rivincita: dopo aver segnato grappoli di gol con la Juventus ha salutato l’Europa, rientrare dalla porta principale sarebbe fantastico. Per adesso è soltanto un’idea, fra qualche mese si vedrà.

L’ITALIANO ALL’ESTERO – E poi c’è lui, Graziano Pellè. Il suo accostamento al Barcellona sta facendo scalpore, ma è normale essere notati se segni una partita si, l’altra pure e quella dopo magari ne fai addirittura due. La sua media realizzativa al Feeyenord è pazzesca. In Italia non è mai riuscito a sfondare, ma nel campionato olandese si è consacrato arrivando alla piena maturazione calcistica. E’ più giovane degli altri due (28 anni contro i 35 di Klose e Trezeguet) e per i catalani potrebbe rappresentare anche un investimento a lungo termine. A suo favore gioca l’età, gli remano contro la minore esperienza ad alti livelli ed il costo del cartellino, perchè il suo valore di mercato è decisamente più alto rispetto a quelli degli altri due. Certo è che se davvero Graziano dovesse sbarcare in Catalogna, la sua sarebbe una bellissima favola calcistica. Ribadita la stima per gli altri due, da italiani verrebbe naturale ‘tifare’ per lui. Neymar-Pellè-Messi. Suona strano, ma sarebbe bellissimo.

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *