Connect with us

Football

Qualificazioni mondiali 2014: il destino è nelle nostre mani

Pubblicato

|

Mario Balotelli con la maglia della nazionale
Importante test per Prandelli nei match-qualificazioni ai mondiali (Già ottenute)

Importante test per Prandelli nei match-qualificazioni ai mondiali

Nonostante l’Italia abbia già ottenuto la qualificazione ai mondiali di Brasile 2014 con ben due turni d’anticipo, quelli contro Danimarca (11 Ottobre, in trasferta) e Armenia (15 Ottobre, a Napoli) rimangono comunque due impegni importanti, da onorare fino in fondo per rispetto nei confronti di tutte le avversarie del girone.

IMPEGNI DA NON SOTTOVALUTARE – Le due gare in programma, benché non contino più nulla o quasi dal punto di vista delle qualificazioni, devono essere considerate dei test importanti, per provare nuove soluzioni, tecniche e, soprattutto tattiche, che in futuro potrebbero rivelarsi utili, in un momento a rischio zero.
Sembra che Prandelli abbia intenzione di schierare in campo per il primo match (quello con la Danimarca) un tridente inedito, composto da Candreva, Pepito Rossi e Balotelli. Si ripropone, dunque, la coppia gol che aveva condotto gli azzurri a Polonia e Ucraina 2012, con Rossi che poi non poté disputare la manifestazione a causa dei vari e ripetuti infortuni. Ai due si aggiunge il nuovo che avanza: Antonio Candreva, che da un paio di stagioni a questa parte non smette di stupire, tassello ormai fondamentale in vista del viaggio in Brasile.
A centrocampo possibile spazio a Poli e Verratti, con Pirlo che potrebbe usufruire di un turno di riposo. La difesa sarà guidata da Buffon, guida imprescindibile in mezzo ai pali, con il probabile inserimento di un’inedita coppia di centrali: Ogbonna-Astori.

POLEMICHE E SPERANZE – Intanto, in questi giorni, infuriano le polemiche sulla presunta violazione del codice etico da parte di Prandelli, reo, secondo gli accusatori, di aver convocato Balotelli nonostante le 3 giornate di squalifica rimediate in campionato e dunque di non aver rispettato la linea da lui stesso imposta.
Ma il CT e i compagni di squadra, hanno subito voluto spegnere le polemiche, compattando il gruppo e cercando di mantenere alta la concentrazione.
Il mondiale si avvicina, e con esso anche il sogno, da parte di milioni di tifosi, di rivedere grandi campioni in nazionale, con il tecnico azzurro che facendo un nome su tutti, ovvero quello di Totti, ha fatto ben capire che a nessuno sarà preclusa la convocazione per una questione d’età. Dunque se un fuoriclasse ( vedi Totti, ma anche i vari Cassano, Di Natale, Del Piero, ma quest’ultimo molto più difficilmente) starà bene alle porte del mondiale sarà di certo tenuto in considerazione.
E voi, chi portereste in Brasile?

Calogero Destro

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending