Primaldo De Rinaldis
No Comments

Allarme in serie A, Digos alla ricerca degli ultras violenti

Ritorna la paura per la violenza negli stadi, le forze dell'ordine sono alla ricerca degli ''hooligans'' del calcio italiano

Allarme in serie A, Digos alla ricerca degli ultras violenti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
scontri ultrà

Scontri tra ultras

Ritorna lo spauracchio della violenza negli stadi, mai placato, ma che subisce nelle ultime settimane una brusca ripresa.

SCONTRI A BOLOGNA – Prima violenza verbale associata a cori beceri, dopo quella fisica culminata negli scontri prima della partita tra tifosi di Bologna e Hellas Verona. Perquisizioni e controlli sono in corso nelle due città da parte della Digos. Nel capoluogo emiliano, sono stati effettuati numerosi arresti grazie ad alcuni filmati presi in possesso dalle forze dell’ordine. A Verona invece, perquisizioni ci sono state nelle abitazioni di alcuni ultrà portati poi in Questura. Polizia e Carabinieri stanno invece svolgendo un’operazione congiunta per cercare di ammanettare a Venezia ultras del club lagunare. Provvedimenti ci sono già stati, con 8 obblighi di dimora  e prescrizione di rimanere in casa  e 11 obblighi di presentazione dalla Polizia giudiziaria. Al margine dell’ennesima brutta caduta del nostro calcio, ci si interroga sul perchè non vengano inserite norme e leggi decise a fermare questo fenomeno che distrugge l’immagine dello sport.

ITALIA, PRENDI ESEMPIO DALL’INGHILTERRA – Si potrebbe prendere esempio dall’Inghilterra, funestata in passato dalla presenza degli hooligans, ma che con l’inserimento di norme adeguate ha visto, col tempo, svanire questa brutta abitudine portando negli stadi numerose famiglie che hanno voglia di vedere giocare a calcio i propri beniamini. Perchè questo in Italia non può accadere? Forse perchè la curva imbottita di ultras porta alle società innumerevoli guadagni, si farebbe fatica a riempire gli stadi di intere famiglie. Ma prima o poi si dovrà prendere una decisione: continuare a far finta di niente o reagire per il bene del calcio? Certamente siamo tutti stanchi di dover assistere a scene raccapriccianti, e continuare ad illuderci nel sogno di vivere lo sport così come dev’essere; basterebbe anche insegnare nelle scuole la cultura dello sport, per cercare di invertire la rotta.

Intanto andiamo avanti con la speranza che certe scene non avvengano mai più.

Primaldo Derinaldis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *