Connect with us

Focus

Milan, così non va: allarme difesa, rimpianto Astori

Pubblicato

|

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus
Davide Astori

Davide Astori

Siamo alle solite, anche ieri sera la retroguardia rossonera si è fatta sorprendere da una situazione di calcio piazzato. Ennesimo gol subito di testa, per una difesa che di impermeabile ha ben poco.  Sono ormai troppe le reti subite dalla squadra di Allegri, il quale dovrà trovare una soluzione per evitare di incappare in altri errori e compromettere la stagione.

DIFESA COLABRODO–  I guai del Milan sono iniziati dopo l’addio di Thiago Silva e Alessandro Nesta, non rimpiazzati adeguatamente dalla società. Continui arrivi di difensori non all’altezza hanno minato un reparto che fino a qualche tempo fa era uno dei migliori d’Europa. Con l’avvento di Allegri la squadra aveva dimostrato una certa solidità, ma ormai da un’anno una curata fase difensiva sembra essere un’utopia. Di certo non si deve usare l’alibi degli infortuni, perchè anche con il reparto al completo la storia non cambia: 22 gol subiti di testa nell’ultimo anno, il sesto già in un mese,  movimenti e marcature blande sui calci piazzati, hanno reso la porta di Abbiati una delle più battute del campionato.

Serviva una scossa nel mercato estivo, scossa che però non è arrivata. Anche i tifosi ne erano a corrente, indicando la strada da seguire per evitare altre brutte figure; da ricordare lo striscione che platealmente indicava come l’acquisto di un altro attaccante non sarebbe servito e che la difesa doveva essere puntellata con almeno un acquisto di livello. Consiglio non ascoltato da parte della società che ha preferito spendere il suo tesoretto per garantire un partner d’attacco a Balotelli, invece di rinforzare il reparto arretrato. Scelta poco condivisibile, e i fatti parlano chiaro. Una squadra che dalla cintola in su potrebbe anche essere di ottimo livello, ma quando alle spalle hai una difesa poco affidabile la musica cambia.  Bisogna voltare pagina e in fretta se si vuole riprendere il cammino della prima stagione in rossonero di Allegri, e per farlo serve già da Gennaio uno  o più rinforzi per la difesa: Astori costa troppo, e il Cagliari non fa sconti, magari sarebbe bastato non acquistare un centravanti per permettersi il centrale Italiano, magari sarebbe bastata un po più di attenzione per rendersi conto che la difesa così non poteva andare. Gennaio si avvicina, e Galliani è avvisato.

Primaldo Derinaldis

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending