Nadia Gambino
No Comments

Serie A: le “sette sorelle” ai raggi x dopo le prime giornate

Serie A: le “sette sorelle” ai raggi x dopo le prime giornate
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sono passate appena cinque giornate dall’inizio del campionato di serie A, ma c’è già parecchio da scrivere, riguardo al lavoro svolto dalle squadre e ai risultati fin qui ottenuti.

Intanto c’è da dire, che la forbice che divide le cosiddette grandi dalle piccole, si è allargata, così da avere già dopo cinque turni, una classifica spaccata in due: le big da un lato e le piccole dall’altro.

Tra le cosidette “sette sorelle” la sorpresa, in negativo riguarda il Milan, fermo a  soli otto punti, bottino misero, dovuto ai tanti infortuni, si, ma anche al fatto che la squadra non ha ancora un’identità precisa e che la difesa, andava rinforzata. Balotelli, poi, è la croce e delizia di una formazione che in questo momento, dopo l’ennesima Balotellata, costata al giocatore tre turni di squalifica, è in totale emergenza in tutti i reparti che è costretta ad inseguire, più dell’anno scorso, tenendo presente che quest’anno arrivare terzi sarà dura.

Già perchè, un’altra sorpresa è non vedere più prima in classifica la Juventus, ma comunque la squadra di Conte lotterà fino alla fine, grazie ai gol di Tevez, grande acquisto che è già diventato fondamentale, insostituibile per l’attacco bianconero e di Llorente, finalmente in gol dopo un avvio in affanno. La vera sorpresa però è vedere Napoli e Roma, prima della vecchia signora appunto. Il nuovo Napoli di Benitez e Higuain, ha mostrato un buon calcio, ma lo stop con il Sassuolo, un pareggio davvero inaspettato, ha fatto perdere 2 punti importanti a favore della Roma dei record che fin qui non ha lasciato nulla agli avversari, sei vittorie in sei partite e miglior difesa d’Europa per gli uomini di Garcia, arrivato dopo la telenovela Allegri, alla fine si sta rivelando un mister fortissimo, entrato subito nella mentalità dei giallorossi che hanno nel capitano, l’ immenso Totti e nel ritrovato capitan futuro De Rossi la loro forza maggiore. Ma i nuovi acquisti Gervinho e Lijajc, sono già entrati nel gioco e hanno contribuito al primo posto della squadra. Un po’ deludente, invece, la Lazio a otto punti dalla vetta. Quest’anno il gioco della squadra di Petkovic è più appannato rispetto allo scorso anno.

I biancocelesti dividono il quarto posto con la Fiorentina di Montella. Sfortunati nel perdere subito il nuovo acquisto Mario Gomez, ma fortunati ad aver creduto e ritrovato dopo due anni di stop il talento di Giuseppe Rossi. L”Inter di Mazzarri è viva ed è sola al terzo posto. Chi l’avrebbe mai detto che i nerazzurri avrebbero messo in difficoltà a Juve nello scontro diretto? Eppure è stato così e dopo poche giornate il tecnico toscano ha già resettato la vecchia Inter dello scorso anno, costruendo già l’Inter del futuro.  

Il campionato è lungo e le sette sorelle si daranno battaglia fino alla fine per conquistare lo scudetto e per arrivare nei primi tre posti, utili per un posto in Champions.

Nadia Gambino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *