Andrea Croce
No Comments

Liga, nel derby di Madrid la spunta l’Atletico. Il Real perde 1-0

Atletico in vetta a punteggio pieno con il Barça. Mostruoso Diego Costa

Liga, nel derby di Madrid la spunta l’Atletico. Il Real perde 1-0
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Diego Costa, attaccante Atletico Madrid

Raggiunge Messi in vetta alla classifica marcatori

Real Madrid – Atletico è il derby, una partita speciale per continuare a sognare o una partita normale per ristabilire le gerarchie. Questi sono i diversi modi di vivere il derby da parte delle due squadre di Madrid. L’Atletico, avanti in classifica, con la possibilità di raggiungere la settima vittoria consecutiva e il Barcellona in vetta alla classifica, deve superare il complesso Real Madrid in Liga per rendere speciale la serata del Santiago Benabeu. Le merengues non possono permettersi un passo falso, che significherebbe -5 dalla vetta, e vogliono a tutti i costi riscattare la sconfitta nel derby di Coppa del Re, oltre che superare i cugini in classifica.

ALTA PRESSIONE – Nessun dubbio alla vigilia sul fatto che questa fosse una giornata pro-Barcellona, e il Barcellona contro l’Almeria non ha tradito, portando a casa i 3 punti, ma l’infortunio di Messi, che lascia con il fiato sospeso tutti i tifosi blaugrana, aumenta l’importanza del derby. Per chi vince c’è la speranza di iniziare ad inseguire una macchina che potrebbe perdere un pò dei suoi cavalli.

DUE ALLENATORI CONTRO – Gli incroci tra Simeone ed Ancelotti non sono mai stati diretti. Carlo in panchina e il “Cholo in campo”, ma la sfida tra loro è contrassegnata dalla loro storia calcistica. Il nome di Ancelotti è legato alla Roma e al Milan, quello di Simeone ad Inter e Lazio. Forse è il destino a metterli di fronte nel derby più importante di Spagna. Ancelotti è all’esordio, Simeone dopo la tradizione negativa nelle stracittadine di Liga, si è tolto la grande soddisfazione di alzare la Coppa del Re proprio al Santiago Bernabeu.

DIEGO COSTA O RONALDO – L’attaccante che non ti aspetti è sicuramente Diego Costa, 7 goal nelle prime 6 giornate, secondo solo a Messi, quello che non manca mai è CR7, il leader indiscusso del Real Madrid, l’intoccabile. Il brasiliano dell’Atletico sembra essersi liberato dell’ingombrante presenza di Falcao che lo obbligava a defilarsi troppo. Ora con David Villa la musica è cambiata e i tagli dell’ex-Barça aprono delle praterie per Diego Costa.

PRIMO ROUND: ATLETICO – Dopo 11′ l’Atletico è già in vantaggio, e la firma è proprio di Diego Costa: Di Maria si fa rubare ingenuamente palla sulla tre-quarti e Koke serve in profondità Diego Costa, che a tu per tu con il portiere la piazza di piatto destra e fa 0-1. La reazione del Real arriva al 22′ con Benzema che con un colpo di testa da centro area che sembra innocuo, mette in apprensione un incerto Courtois. Il pallino del gioco rimane però nella mani dei colchoneros ed il Bernabeu con qualche fischio fa capire di non gradire. Il Real Madrid rischia grosso al 28′ quando, grazie ad una dormita generale sugli sviluppi di un corner, Tiago colpisce di testa tutto solo ma spara alto. Il Real non ha ancora perso le abitudini di Mourinho e  si proccupa troppo di protestare per ogni minimo contatto e poco di giocare. L’Atletico è molto ordinato e non soffre l’impetuosità dei cugini, ma grazia in troppe occasioni il Real che per miracolo va al riposo con un solo goal al passivo.

SEMPRE ATLETICO – Ancelotti, visibilmente contrariato durante la prima parte, decide di cambiare già durante l’intervallo ed inserisce Bale e Modric, i due giocatori più offensivi che aveva a disposizione. A farne le spese Illarramendi e Di Maria, per l’argentino pesa l’errore nell’occasione del goal, perchè dal punto di vista del gioco era stato uno dei più attivi. A risolvere i problemi del Real ci prova Diego Costa, che in avvio di ripresa prima decide di scontrarsi a muso duro con l’arbitro Lahoz, che lo grazia, e poi non concretizza un contropiede fulminante sparando addosso a Diego Lopez. Sul capovolgimento di fronte Bale viene fermato con le cattive al limite dell’area, ma la punizione di Cristiano Ronaldo è altissima. Al 69′ ci prova Modric dal limite dopo che Courtois ha mancato l’ennesima presa, ma ancora una volta è mancata la mira. All’80’ Koke sfodera uno splendido sinstro a giro, ma è la traversa a dire di no ad un Atletico arrembante, che meriterebbe ampiamente il raddoppio. Dopo una serie di incertezze Courtois si riscatta con un grande intervento su una spettacolare sforbiciata di Morata, e salva il derby. Il Real ci prova fino alla fine, all’88’ la fiondata di Modric da lontanissimo scheggia la traversa, e un minuto dopo Morata in spaccata chiude sull’esterno della rete. Courtois le prova tutte e allo scadere per perdere tempo aspetta troppo Bale prima di rinviare e si fa soffiare la palle, che per sua fortuna termina al lato.

L’ultima sconfitta del Real Madrid al Santiago Bernabeu risaliva ai tempi del Barcellona di Guardiola. L’Atletico dopo la Coppa del Re, sfata il tabu Real Madrid anche in Liga e si candida per il titolo. Diego Costa autentico trascinatore dei colchoneros, raggiunge Messi in vetta alla classifica marcatori.

Tabellino

REAL MADRID 0
ATLETICO MADRID 1 (11’Diego Costa)

Le Formazioni

REAL MADRID (4-2-3-1): Diego Lopez, Arbeloa, Ramos, Pepe, Coentrao, Khedira, Illarramendi (46′ Modric), Isco (73′ Morata), Di Maria (46’Bale), Benzema, Ronaldo All.: Ancelotti

ATLETICO MADRID (4-4-2): Courtois, Juanfran, Miranda, Godin, F.Luis, Gabi, Tiago, Arda Turan, Koke, D.Costa (80′ Baptisptao), Villa (86′ Raul Garcia) All.: Simeone

Ammoniti: Arda Turan (A), Coentrao (R), Koke (A), Diego Costa (A), Felipe Luis (A) Arbeloa (R), Pepe (R)
Espulsi:
Arbitro: Lahoz

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *