Enrico Cunego
No Comments

Liga BBVA, è il giorno del derby di Madrid

Alle 22 al Santiago Bernabeu Real ed Atletico si affrontano in un derby che vale tantissimo: il ruolo di anti Barça

Liga BBVA, è il giorno del derby di Madrid
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ci siamo: alle 22 di questa sera scenderanno in campo “colchoneros” e “merengue” per un derby di Madrid attesissimo ed infuocato dalle polemiche arbitrali di Elche – Real Madrid, garà giocata mercoledì. Per l’Atletico di Simeone c’è la voglia di bissare il grandioso successo dell’anno scorso nella finale di Coppa del Re, una vittoria che ha fermato il digiuno di successi nel derby che durava da 13 anni. Ma vediamo come si preparano le due formazioni a questa gara fondamentale.

QUI REAL – Momento delicatissimo per la squadra di Ancelotti, nell’occhio del ciclone dopo il vergognoso arbitraggio di Muniz nella partita di Elche. Come al solito prima del derby sono partiti i processi contro la sudditanza arbitrale del Real, con quotidiani pro Barcellona come Sport o Mundo Deportivo che hanno ingigantito enormemente la situazione. Al di la dei favori arbitrali avuti nell’ultima giornata, preoccupa il brutto gioco dei “blancos” apparsi stanchi e con poche idee in questo turno infrasettimanale. Carlo Ancelotti sa bene che l’Elche meritava almeno il pareggio ed oggi cercherà di spronare i suoi ad un orgogliosa reazione contro un avversario in forma smagliante e che viaggia sulle ali dell’entusiasmo. Un altro passo falso spalancherebbe le porte a polemiche infuocate sulla forza di questo Madrid, causando gravi malumori nella società più titolata di Spagna. Inoltre mercoledì c’è la Champions League col Copenaghen, è vietato sbagliare. Presumibilmente il Real scenderà in campo con un 4-2-3-1 con Diego Lopez in porta, linea a 4 con Arbeloa e Coentrao terzini e Pepe e Sergio Ramos centrali. I mediani saranno Khedira e Modric, mentre il trio composto da Di Maria, Isco e Cristiano Ronaldo agirà alle spalle dell’unica punta Karim Benzema, parte dalla panchina quindi mister 100 milioni Gareth Bale.

QUI ATLETICO – Tutt’altro umore dalle parti del Vicente Calderon, con i bianco-rossi che finora non hanno sbagliato un colpo: 6 vittorie su 6 in questo favoloso inizio di stagione, a cui deve aggiungersi la bella vittoria al debutto in Champions con lo Zenit. Champions che vedrà protagonisti Villa e compagni martedì, dove saranno impegnati nella difficilissima trasferta di Oporto contro i bianco-blu padroni di casa. Ma niente turn-over nel derby per la squadra del “CholoSimeone, la posta in gioco è troppo alta per far riposare qualcuno, quindi spazio  al solito 4-4-2 con Thibaut Courtois in porta, difesa a 4 con Filipe Luis e  Juanfran sulle fasce e Godin e Miranda centrali, centrocampo con Koke a sinistra ed Arda Turan a destra, coadiuvati al centro da Tiago e Gabi. Davanti la coppia gol Diego Costa-David Villa. Atletico reduce da un sofferto successo per 2-1 contro l’Osasuna, il quale nel secondo tempo ha fatto faticare gli avversari, che hanno dovuto difendere lo scarno vantaggio. Ma ora più che mai l’Atletico sembra essere su un livello simile agli odiati rivali e la possibilità di bissare il successo di coppa dell’anno scorso è davvero concreta. Occhio però a non volare troppo sulle ali dell’entusiasmo, il Real è pur sempre una squadra esperta di situazioni difficili, potrebbe rivelarsi una bruciante batosta. Primo scontro da allenatori tra Simeone ed Ancelotti, chi avrà la meglio?

Arbitro del derby il signor Mateu Lahoz della sezione di Valencia. Dopo i fattacci di questa settimana sulle sue spalle ci sarà un a pressione enorme, anche per lui sarà vietato sbagliare. Un altro clamoroso errore scatenerebbe un processo mediatico infinito contro la già bersagliata classe arbitrale spagnola.

Ribadiamo luogo ed ora del sentitissimo derby di Madris: Santiago Bernabeu, Madrid, ore 22. Buon divertimento e che vinca il migliore!

David Villa vuole far male al Real nel derby

David Villa vuole far male al Real nel derby

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *