Nicoletta Pezzino
No Comments

Mario Balotelli chiede scusa

Dopo l'ultimo colpo di testa, Mario Balotelli ha deciso di chiedere scusa attraverso un'intervista pubblica. Ecco le dichiarazioni salienti.

Mario Balotelli chiede scusa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Balotelli, con la maglia della Nazionale italiana

Balotelli, con la maglia della Nazionale italiana

A quattro giorni dal match contro il Napoli a San Siro durante il quale Mario Balotelli ha subito tre giornate di squalifica per gli insulti rivolti al direttore di gara, per i quali la società rossonera ha deciso di non fare ricorso, è lo stesso attaccante del Milan e della Nazionale italiana ad intervenire ieri ai microfoni di Sky e Gazzetta dello Sport per scusarsi pubblicamente con la squadra, tifosi e con l’arbitro Banti.

HO SBAGLIATO MA DEVO ESSERE TUTELATO – “Ho sbagliato, mi dispiace soprattutto per i miei compagni, perchè li ho lasciati soli.  Sono loro che si allenano e soffrono ogni giorno con me. Poi, ovviamente, per i tifosi che ci tengono tanto e per la stessa società. Ho creato un danno e non era il caso”. Così ha esordito Mario Balotelli nella sua intervista svolta nel centro sportivo di Milanello nella giornata di ieri. A costargli caro sono state le <<espressioni ingiuriose e intimidatorie>> che l’attaccante bresciano ha rivolto all’arbitro Banti al termine della partita, per questo motivo Balotelli ha voluto scusarsi anche con quest’ultimo ma nello stesso tempo non si è lasciato sfuggire l’occasione per lanciare un appello agli arbitri: “Certo, non dovevo dire quelle cose. Mi scuso anche con lui. Ma non mi va bene una cosa. Se Mario fa un brutto fallo, deve essere punito Mario. E se un altro fa un brutto fallo su Mario deve essere punito anche lui”. Lo spiacevole episodio di certo non sarà passato inosservato nemmeno a Cesare Prandelli che adesso dovrà decidere se applicare il suo noto codice etico e quindi non permettere a SuperMario di giocare le ultime partite della Nazionale contro Danimarca e Armenia in programma ad ottobre. A chi gli chiede se debba scusarci anche con il ct azzurro, Balotelli replica: “Io ho fatto un errore, mi sono lasciato andare dopo una provocazione. Mario ha sbagliato, però ora non è che devo chiedere scusa a tutti quanti perchè non ho ammazzato nessuno”.

MILAN IN CRISI MA RISALIRA’ – La seconda parte dell’intervista è poi proseguita in maniera più distesa e le domande si sono concentrate sulla situazione che sta attraversando il Milan che però non sta preoccupando Allegri che, come l’anno scorso, è sicuro che entro dicembre la squadra sarà in una posizione diversa in classifica. A quanto pare, non è l’unico a pensarla in questo modo: “Con Allegri è tutto ok, ci carica a dovere, ultimamente ci manca solo un pò di fortuna ma possiamo tornare nelle prime tre-quattro posizioni. Ha ragione – ha dichiarato l’attaccante – non siamo inferiori a nessuno e per Natale potremo avere un’altra classifica. Ce la giochiamo coon tutti”. Fin dai primi giorni con la maglia del Milan, Balotelli ha subito trovano un grandissimo feeling con gli altri baby attaccanti della squadra cioè El Shaarawy e Niang che hanno formato fin da subito il “trio delle creste rossonere”.  La loro amicizia si evince anche dalle sue parole. “Niang ha grandissimi colpi, ha solo bisogno di avere un pò più di fiducia e io gli sono vicino. Stephan è un grande, le sue qualità le abbiamo viste tutti sia l’anno scorso che in questo avvio di stagione, prima dell’infortunio. Gli dico una cosa soltanto, deve tagliarsi i capelli, starebbe meglio con altri tagli”. Infine, come sappiamo Balotelli non ci sarà il campionato contro  Sampdoria e Juventus ma la sua testa è già rivolta alla sfida in Champions League contro gli olandesi dell’Ajax, nonostante un piccolo fastidio al ginocchio l’attaccante vuole esserci per conquistare altri tre punti fondamentali per poi prepararsi in maniera più serena al vero big match contro il Barcellona: “In questi giorni ho un porblema al ginocchio, ma con l’Ajax ci sarò. Ad Amsterdam dovremo dare seguito alla vittoria contro il Celtic, l’obiettivo è arrivarre più tranquilli possibili alla doppia sfida contro il Barcellona”.

Nicoletta Pezzino

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *