Filippo Di Cristina
No Comments

Moratti, Paolillo, Thohir e l’Inter-Milan

L'inter di Mazzarri piace e gioca bene, intanto c'è chi auspica l'unione tra le squadre milanesi

Moratti, Paolillo, Thohir e l’Inter-Milan
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Walter Mazzarri,scelto da Moratti per la panchina interista

Walter Mazzarri,scelto da Moratti per la panchina interista

Dopo l’arrivo di Mazzarri e quello ormai scontato del magnate Thohir in casa Inter non sono finite le novità, i tifosi interisti possono starne certi, a parlare è Massimo Moratti

MORATTI PRESIDENTE – Nonostante la cessione a Thohir, Massimo Moratti potrebbe rimanere il numero uno della società neroazzurra proprio per volere del tycoon indonesiano. Stuzzicato dai giornalisti l’ormai ex presidente ha risposto con un emblematico e curioso: C’è tempo per pensarci”. Intanto dopo l’ottima partenza del team di Mazzarri, Moratti, a chi gli chiedeva riguardo lo scudetto, ha risposto:  “Scudetto? “Ma no, è ancora presto, ci sono ancora tante partite… Siamo contenti di essere partiti bene, l’allenatore ha confermato le sue qualità, i giocatori alcuni le hanno confermato altri le hanno fatte capire.

PAOLILLO COME RAIOLA – Oltre alle varie voci di mercato, vi è un’altra indiscrezione o idea per meglio dire di una ex personalità di spicco del mondo interista, Ernesto Paolillo. La proposta sarebbe quella di fondere le due squadre milanesi in un unica squadra. Già qualche tempo fa Mino Raiola aveva buttato lì quest’idea  che era stata vista come eresia ma adesso, l’ex amministratore delegato dell’Inter argomenta la proposta in maniera convincente. “Fondiamo Milan e Inter ,dice Paolillo, E’ il solo modo per restare competitivi in Europa”. Prosegue l’ex inter:  Il calcio oggi è un’industria e quindi credo che non sia da scartare che avvenga ciò che normalmente accade negli ambienti industriali o nelle banche, ovvero una fusione. Che, per me, sarebbe auspicabile piuttosto che avere squadre che, per mancanza di investimenti, rischiano di perdere competitività ad altissimo livello”.   

PICCOLI(?) PROBLEMI DI CUORE – Forse economicamente la proposta di Raiola e Paolillo non è folle ma per i milioni di cuori rossoneri e neroazzurri la proposta diventa eretica. Eh si, perché se pensiamo che in curva potrebbero stare accanto due tifosi che da sempre sono opposti sportivamente parlando la cosa diventa difficile, chissà però se nel calcio di oggi fatto di soldi più che di sani valori vedremo un giorno MilanInter-Juventus;  per ora l’idea sembra impossibile… per fortuna

Filippo Di Cristina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *