Andrea Croce
No Comments

Liga, Barcellona caterpillar. Con la Real Sociedad finisce 4-1

Cresce l'intesa tra Messi e Neymar, un goal ed un assist per entrambi

Liga, Barcellona caterpillar. Con la Real Sociedad finisce 4-1
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Neymar attaccante del Barcellona

Neymar, un goal ed un assist questa sera

La partita di stasera doveva essere un banco di prova, sulla carta un impegno più probante rispetto alle prime 5 uscite dei blaugrana, e invece il Barcellona lo ha trasformato ancora una volta in poco più di un allenamento. La Real Sociedad non ha mai avuto una grande tradizione al Camp Nou, ma non poteva certo aspettarsi una lezione di questo genere.

PARTENZA SPRINT – L’avvio è dei più terribili per Griezmann e compagni, che dopo 8 minuti sono già sotto di 2 goal. In termini pugilistici sembrava di vedere il vecchio Tyson piazzare due colpi micidiali per cercare il ko nel primo round. E dire che la prima occasione è capitata sui piedi di Seferovic, ma lo svizzero grazia Victor Valdes. Invece al 5′ l’incomprensione tra Bravo e Cadamuro viene sfruttata al meglio da Neymar che non è in vena di regali. Passano solo 3 minuti e ancora Neymar accellera sulla sinistra e mette dentro per Messi che di testa in tuffo fa 2-0. Si creano le condizioni perfette per il tanto atteso tiki-taka che, a detta di molti addetti ai lavori, non è più una prerogativa dei blaugrana. Iniesta e compagni non si fanno desiderare e non si risparmiano in pressione, possesso palla e giocate di fino. Al 23′ Messi riesce nell’impresa di colpire traversa e palo con lo stesso tiro, la Real Sociedad prova ad allontanare la minaccia, ma Busquets ruba palla al limite dell’area e lascia partire un sinistro secco che non lascia scampo a Bravo. Il resto è tutto Barça e poca, pochissima Real Sociedad. Lo stile non sarà quello dell’era Guardiola, ma c’è da credere che al Camp Nou la gente si stia divertendo lo stesso, anche quest’anno.

PASSI DI DANZA – La seconda parte si apre come si era chiusa la prima, con il Barcellona a cercare la giocata e qualche altro goal. Neymar ed Iniesta sembrano danzare sul pallone, ma specialmente il brasiliano prende qualche calcio di troppo quando eccede nella giocata. Inizia una sorta di tiro al bersaglio, ma per fortuna della Real Sociedad più che la porta, i blaugrana scelgono Bravo e la gradinata dietro di lui come bersagli, e il passivo non assume i connotati della goleada. Al 63′ ci prova De la Bella a ravvivare la serata: Agirretxe sfrutta un errore di Piquè e serve l’esterno, che deve solo spingerla in rete. Sembra che il tiki-taka abbia addormentato i blaugrana che due minuti dopo rischiano ancora su una conclusione di Griezmann. Martino corre ai ripari e toglie Neymar per inserire Pedro. Dopo due minuti arriva il goal della sicurezza: serpentina di Leo Messi che la mette dentro e trova un centravanti che non t’aspetti, il giovane Bartra che firma il 4-1, ma soprattutto la sua prima rete con i blaugrana. Al 90′ c’è solo tempo per vedere un palo di Sanchez.

Il Barcellona porta a casa la sesta vittoria consecutiva ritrovando anche il tiki-taka. Paradossalmente però proprio quando i blaugrana si concentrano nel palleggio, diventano più prevedibili, si piacciono troppo e corrono qualche rischio, come in occasione del goal degli ospiti. Lo stile del “Tata” Martino è uno stile essenziale: pratico e concreto. Emblematica la reazione del tecnico dopo una serpentina di Messi con conclusione che finisce alta sulla traversa. Disappunto allo stato puro, e il risultato era già sul 3-0, come a dire che ci si può divertire, ma se non la si butta dentro, il divertimento non è completo. Gli esteti del calcio sono avvisati, il Barcellona deve prima fare goal e poi tutto il resto. Firmato Gerardo Martino.

Tabellino

BARCELLONA 4 (5′ Neymar, 8′ Messi, 23′ Busquets, 76’Bartra)
REAL SOCIEDAD 1 (64′ De la Bella)

Le Formazioni

BARCELLONA (4-3-3): Valdes, Alves, Piquè, Mascherano (dal 34′ Bartra), Adriano, Busquets, Xavi, Iniesta, Neymar (dal 75′ Pedro), Messi (dall’80’ Sergi Roberto), Sanchez. All.: Martino

REAL SOCIEDAD (4-2-3-1): Bravo, Estrada (dal 46′ Ansotegi), Cadamuro, Martinez, La Bella, Ros (dal 76′ Pardo), Bergara, Sangalli, Prieto (dal 20′ Agirretxe), Griezmann, Seferovic. All.: Arrasate

Ammoniti: Agirretxe (R)
Espulsi:
Arbitro: Manzano

 

Andrea Croce

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *