Andrea Sartorio
No Comments

Formula 1, GP Singapore: dominio di Vettel davanti ad Alonso e Raikkonen

Gara da incorniciare per il tedesco che porta a sessanta punti il vantaggio sullo spagnolo. Ottimo Raikkonen

Formula 1, GP Singapore: dominio di Vettel davanti ad Alonso e Raikkonen
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Tutti dietro all’irraggiungibile Sebastian Vettel. Il pilota della Red Bull non ha concorrenti e domina in modo imbarazzante e umiliante la sesta edizione del GP di Singapore, tredicesimo appuntamento del mondiale 2013 di F1. Quest’anno il tedesco fa parte di un altro mondo, terza vittoria consecutiva, la settima stagionale e mondiale ormai a un passo. Il dominio del tedesco sul circuito di Marina Bay è lampante quando si vedono i distacchi finali pazzeschi per un circuito cittadino; Alonso è arrivato a trentatré secondi di distacco e potevano essere di più se non entrava la Safety Car. Il ferrarista, anche oggi encomiabile, ha fatto il possibile, anche se lo svantaggio nei confronti dell’ “extraterrestre” Vettel sale ora a sessanta punti.

Fernando Alonso, pilota della Ferrari

Fernando Alonso, pilota della Ferrari

OTTIMO INIZIO DI ALONSO – Fernando Alonso parte come al solito a razzo, guadagna quattro posizioni ed è terzo alle spalle di Rosberg. Proprio il pilota della Mercedes tenta di sorpassare al via Vettel, ma Sebastian non molla la leadership. Da lì in poi il tedesco vola e in soli dieci giri ha già sette secondi di vantaggio sul secondo. Partenza non brillante invece per Grosjean, che, partito terzo, perde due posizioni e si ritrova quinto. Poco prima del primo valzer dei pit stops la classifica dei prtimi dieci recita: Vettel, Risberg, Alonso, Webber, Grosjean, Massa, Hamilton, Button, Hulkenberg e Perez.

L’INCIDENTE DI RICCIARDO – Dopo le prime soste tra l’undicesimo e diciottesimo giro, la noia della gara è rotta dall’incidente a una curva di Ricciardo alla venticinquesima tornata. Safety Car in pista e Alonso, Grosjean, Raikkonen e Button che approfittano per cambiare gomme. L’ingresso della Safety Car riaprirà la corsa? No, perché Vettel prepara di nuovo la sua fuga perfetta e in soli sei giri porta il suo vantaggio su Rosberg a dodici secondi.

VETTEL TRIONFA – Dopo il secondo turno di pit stop, la gara si ravviva solo nel finale con le rimonte delle due Mercedes e l’ottimo terzo posto di un ritrovato (e dolorante) Raikkonen, che compie uno straordinario sorpasso su Button. Finale amaro invece per Webber che si ritira per problemi al motore all’ultimo giro. Il resto è il trionfo di Vettel che “ammazza” corsa e campionato. Chapeau.

Ordine d’arrivo dei primi dieci a punti:

1) Vettel (Red Bull)   2) Alonso (Ferrari)   3) Raikkonen (Lotus)

4) Rosberg (Mercedes)   5) Hamilton (Mercedes)   6) Massa (Ferrari)

7) Button (McLaren)   8) Perez (McLaren)   9) Hulkenberg (Sauber)

10) Sutil (F. India)

Classifica piloti:

Vettel 247 ; Alonso 187 ; Hamilton 151 ; Raikkonen 149 ; Webber 130.

Classifica costruttori:

Red Bull 377 ; Ferrari 274 ; Mercedes 267 ; Lotus 206 ; McLaren 76.

Andrea Sartorio 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *