Vincenzo Galdieri

Le pagelle di Rayo Vallecano-Barcellona 0-4: Pedro epico, Messi meraviglia

Le pagelle di Rayo Vallecano-Barcellona 0-4: Pedro epico, Messi meraviglia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Barcellona va avanti a suon di poker: ieri l'Ajax, oggi il Rayo

La coppia da sogno Messi - Neymar: la giusta alchimia è ancora lontana.

La coppia da sogno Messi – Neymar: ma ieri il protagonista è stato Pedro 

 RAYO VALLECANO

MARTINEZ 6 – Quando può opporsi due volte a Messi lo fa dignitosamente, ma sui gol presi non ha responsabilità.

ARBILLA 5 – Dalle sue parti il Barca entra troppo spesso; nel primo tempo è bravo a proporsi ma nel complesso la prova, specie difensiva è insufficiente.

TITO 6 – Spinge bene nel momento di massimo splendore del Rayo, senza subire troppo.

Dal 46’ MARTINEZ 5 – Accusa in pieno l’onda del Barcellona.

NIGUEZ 5 – Deve tappare i buchi ed è spesso  impreciso.

GALVEZ 6 – Nettamente il migliore della difesa: nel primo tempo ferma più volte Neymar e si distingue anche per un piede più “dolce” del previsto. Mezzo punto in meno per il marchiano errore sul gol di Fabregas, l’unico vero scivolone in una buona prestazione.

PEREA 5,5 – Potrebbe essere più incisivo, invece molte volte non affonda il colpo. Certo non sfigura ma considerando la mole di gioco della sua squadra nel primo tempo, avrebbe potuto fare di più.

Dal 48’ EMBARBA 6 – Se il Barcellona dilaga nella ripresa non incolpate lui: salva in un paio di occasioni la difesa e crea anche qualche pericolo in fase offensiva.

MOJICA 6 – Se il Rayo del primo tempo è frizzante è merito suo: un gran tiro e tante belle sortite lo assolvono: non è stata colpa sua

BAENA 4,5 – Il vero meno dei padroni di casa: sempre in ritardo, falloso, nervoso, non produce nulla di buono.

VIERA 5,5 – Si muovo molto, anche troppo, nel primo tempo: crea fastidii alla difesa degli ospiti ma non punge mai.

Dal 58’ LARRIVEY 5 – Difficile pensare di creare grattacapi ad un Barcellona tranquillo e in partita: lui conferma tutto ciò con una prestazione silente.

BUENO 6 – Evanescente come Viera però ci prova di più: si procura diversi falli ma manca di concretezza sotto porta.

TRASHORRAS 5,5 – Grinta e coraggio non gli mancano, in una prestazione  di sostanza; però sbagliare il rigore del possibile pareggio è una colpa che non poteva permettersi: da lì cala anche in convinzione.

 

BARCELLONA

VALDES 8 – Para il rigore del possibile pareggio, e prima fa una gran parata su Mojica; sempre sicuro sulle palle che vagano in area sta diventando quello che forse negli anni precedenti non era: SICUREZZA.

MONTOYA 5,5 – Soffre tantissimo sulla sua fascia, rischiando anche un clamoroso autogol. Migliora nel secondo tempo ma è più per demerito degli avversari. Rimandato.

ADRIANO 5,5  –  Causa ingenuamente un rigore, e precedentemente accusa non poco le incursioni sulla fascia destra del Rayo. Ha comunque il carattere per emergere e risollevare una prova alterna.

PIQUE 6 – Non è il solito muro ma non affonda mai. Ci si può fidare anche quando non è al massimo.

MASCHERANO 6,5 –  Alterna il solito tempismo alla fase di impostazione: il più brillante tra i quattro difensori.

XAVI 6,5 – Nel primo tempo tocca stranamente pochi palloni, poi sale in cattedra con un passaggio col contagiri per Fabregas nell’azione del 2-0 e ritrova la confidenza.

Dall’ 83’ DOS SANTOS S.V.

SONG 6,5  -Prima frazione di sostanza, con diversi palloni recuperati: era il suo compito, infatti fatica di più,proprio quando il Barcellona si ritrova. In ogni caso promosso.

FABREGAS 7 – Un gol e un assist impreziosiscono una prova dove ha saputo lottare prima, e costruire poi. Bravissimo

PEDRO 8 – Tripletta che vuol dire puntualità, presenza, precisione: si conferma fantastico finalizzatore.

Dal 75’INIESTA 6,5 – Se il Barca sta dilagando ed entra uno come lui, vuol dire mettere benzina sul fuoco del Tiki Taka: sprazzi di classe che non deve dimostrare.

NEYMAR 7 –  Nel primo tempo gli rimane il colpo in canna, poi cresce: un palo, un assist e tante belle giocate. Sta arrivando

Dal 80’ TELLO 6,5 – Ha il tempo per far vedere le sue armi: velocità di corsa e di passaggio; riserva di lusso.

MESSI 7,5 – Fantastico come al solito: distribuisce assist e salta gli uomini come birilli. Se qualcuno pensava in un inizio di stagione problematico si deve ricredere: settimana di ritrovata grazia calcistica per il Pallone d’oro.

A cura di Daniele Cerato 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *